Cultura

Ancona riapre le porte dell’anfiteatro romano con un cartellone di spettacoli

Dopo tredici anni l'area torna a vivere con Popsophia, Ancona Jazz, Teatri antichi uniti e per concludere il festival Adriatico Mediterraneo

L'area dell'anfiteatro romano di Ancona

ANCONA – Ancona si prepara ad accogliere le notti dell’anfiteatro romano. Ankoneide di Popsophia, Ancona Jazz, due spettacoli “classici” di Amat, e il festival Adriatico Mediterraneo: dopo tredici anni l’anfiteatro torna ad animarsi nelle serate estive con una serie di appuntamenti che cominceranno il prossimo 21 giugno e che sono frutto di un accordo tra Comune di Ancona e soprintendenza. Con i suoi 780 posti resi disponibili dopo i lavori di risistemazione degli spazi, l’anfiteatro accoglierà incontri e rappresentazioni di alto livello. Si comincia venerdì 21 e sabato 22 giugno con gli appuntamenti di Popsophia che propone la prima edizione di Ankoneide, promossa da Comune di Ancona e Regione Marche, due philoshow di filosofia e musica per celebrare la data simbolica dell’inizio dell’estate. A luglio toccherà ad Ancona Jazz con tre appuntamenti, il 16 luglio quello con il quartetto di Sergio Cammariere con la violoncellista Giovanna Famulari, quindi il 19 luglio Rossana Casale con il quintetto Almost Blue e, infine, il 26 luglio Paolo Fresu e Rita Marcotulli. Con l’Amat il programma dei Teatri antichi uniti prevede due spettacoli, il 22 luglio l’Anfitrione di Plauto, interpretato e diretto da Emilio Solfrizzi, e l’8 agosto l’Edipo a Coloni di Sofocle con adattamento e regia di Giuseppe Argirò. I quattro eventi di Adriatico Mediterraneo chiuderanno la stagione estiva e verranno presentati successivamente. Come spiegato stamattina in conferenza stampa a palazzo, gli eventi estivi vanno in scena grazie alla sponsorizzazione di Viva Energia, Estra ed Eco Demolizioni che hanno portato un contributo di 70mila euro più iva e che coprono il 90% delle spese. 

Il sindaco Silvetti tra Seneca e l’assessore Bertini

«Un sentito ringraziamento alla soprintendente Cecilia Carlorosi che ha subito manifestato grandissima disponibilità e compreso immediatamente l’importanza della restituzione dello spazio dell’anfiteatro alla comunità, alla storia e alla tradizione di Ancona, che ha colto importanza di riaprire l’area e il cuore pulsante della città e che s’è adoperata in ogni modo per agevolare questa volontà politica – dice Daniele Silvetti durante la presentazione della serie di appuntamenti –. Un piccolo assaggio c’è stato lo scorso 17 settembre, un assaggio che è stato un segnale che andava in quella direzione che oggi si concretizza. Un cartellone di eventi culturali e musicali che rappresentano una di quelle tappe che caratterizzeranno il percorso dell’estate degli anconetani e che rientra in quell’attività di intrattenimento diffusa che stiamo mettendo a terra in un contesto in cui Ancona ha fatto il suo investimento». Il sindaco Daniele Silvetti spiega ancora: «Porto con l’Arena del Mare, Mole, e anfiteatro romano costituiscono un triangolo formidabile che caratterizza un percorso ideale nella città. E’ una prima edizione che abbiamo fortemente voluto e che la dice lunga sui nostri rapporti con le altre istituzioni. Sarà un’estate ricca e intensa, per abituare il cittadino e chi viene da fuori a una serie di proposte, accolte in contenitori di particolare pregio come quello dell’anfiteatro che siamo orgogliosissimi di riaprire». 

«Oggi è una grande giornata – aggiunge l’assessore Anna Maria Bertini – perché dopo tredici anni riapriamo l’anfiteatro romano. Questo grazie alla proficua collaborazione con la sovrintendenza che ci ha aiutati per riattivare questo spazio che torna a quello che era tredici anni fa. Sono 780 posti seduti, un palco di dieci metri per otto, parterre, con impianto di sicurezza e messa a norma che consentiranno la piena fruizione dello spazio. Non vanno dimenticati gli sponsor che hanno contribuito a tutto il lavoro di ristrutturazione del sito. Sarà inaugurato il 21 e 22 giugno con due appuntamenti di Popsophia, ma altri soggetti parteciperanno attivamente al cartellone, Ancona Jazz, l’Amat con due spettacoli, e infine ma non ultimo Adriatico Mediterraneo. Abbiamo voluto centralizzare nell’anfiteatro spettacoli che avessero assonanza con il luogo stesso. Adesso inizia il lavoro». Hanno partecipato alla presentazione Giovanni Seneca per Adriatico Mediterraneo, Gilberto Santini per Amat, Massimo Tarabelli per Ancona Jazz, Evio Hermas Ercoli e Lucrezia Ercoli per Popsophia, ma anche il neoeletto europarlamentare Carlo Ciccioli che ha ribadito, come nei giorni scorsi dopo la sua elezione, la sua missione in Europa per sostenere lo sviluppo della macroregione Adriatico Ionica. Tutti gli spettacoli sono a bigliettazione, a pagamento tutti tranne Popsophia. Il Comune metterà a disposizione il parcheggio Traiano e dei bus navetta che porteranno a piazza del Senato o al duomo, per salire o scendere poi a piedi fino all’anfiteatro.

Ti potrebbero interessare