Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Accoglienza profughi Afghani, vertice tra Prefetture e Anci Marche: via al monitoraggio per soluzioni alloggiative

Tavolo telematico di confronto tra le prefetture delle Marche e la presidente Anci, Valeria Mancinelli, per organizzare l'accoglienza dei profughi Afghani in vista dei corridoi umanitari che saranno attivati dal nostro Paese

La sede della Prefettura di Ancona

ANCONA – Primo vertice tra Prefetture delle Marche e Anci sulla crisi umanitaria in Afghanistan. Nel pomeriggio di ieri – 23 agosto – si è tenuto un tavolo di confronto telematico al quale hanno preso parte il prefetto di Ancona, Darco Pellos, il prefetto di Macerata Flavio Ferdani, il prefetto di Fermo, Vincenza Filippi, il vice prefetto vicario di Pesaro Urbino e quello di Ascoli Piceno, insieme alla presidente regionale Anci Marche, Valeria Mancinelli.

Un incontro propedeutico-operativo per mettere a punto l’organizzazione in vista dei corridoi umanitari che saranno aperti nel nostro Paese, che porteranno anche nelle Marche cittadini provenienti dall’Afghanistan Nel corso del confronto l’Anci Marche ha rinnovato alle prefetture delle Marche la sua disponibilità a fornire accoglienza, tramite i comuni, come già annunciato nei giorni scorsi dalla presidente e sindaca di Ancona, Valeria Mancinelli.

L’associazione nazionale dei comuni italiani effettuerà una prima ricognizione per verificare il numero e l’ubicazione delle strutture alloggiative disponibili sul territorio regionale, tramite le quali poter fornire accoglienza agli Afghani che hanno collaborato con il contingente militare nazionale ed internazionale.

Sui numeri e i tempi di arrivo dei cittadini Afghani però si attendono ancora indicazioni da Roma, ma intanto è già partito un primo monitoraggio per trovare le soluzioni alloggiative più consone.

Exit mobile version