LA PROTESTA

Sciopero dell’autotrasporto: cento tir ad Ancona

Domani la mobilitazione regionale degli autotrasportatori: cento tir sfileranno in diverse zone del capoluogo dorico a partire dalle ore 10. Tra le richieste al Governo, l’assunzione di iniziative volte a garantire la trasparenza e la regolarità del mercato nazionale e internazionale

vertenza

Tecnowind, le banche dicono due “no”

Gli istituti di credito hanno bocciato le proposte avanzate da proprietà e CdA dell’azienda fabrianese. Si fa largo l’ipotesi di concordato preventivo. Dopo una riunione fiume a Fabriano, si trova l’accordo: 1.500 euro, in tre rate, ai lavoratori. Sciopero revocato

vertenza

Tecnowind: occhi puntati su Milano e Ancona

Martedì 14 marzo doppio vertice: nel capoluogo dorico, di pomeriggio, con il prefetto di Ancona per motivi di ordine pubblico. A Milano, invece, incontro fra le banche, il CdA dell’azienda che produce cappe aspiranti e, si spera, il Fondo interessato a rilevarne la proprietà

LAVORO

Tecnowind, in sciopero anche domani

Le tute blu saranno di nuovo in presidio domani, 9 marzo, davanti ai cancelli dello stabilimento di Marischio. Intanto, il sindaco di Fabriano ottiene che una delegazione di lavoratori incontri, nei prossimi giorni, il viceministro Teresa Bellanova

LAVORO

Tecnowind, i lavoratori chiamano Ceriscioli

Partecipata manifestazione, questa mattina 8 marzo, delle tute blu a Fabriano. Affissi volantini vicino alle filiali delle banche che vantano crediti nei confronti dell’azienda che produce cappe aspiranti (Notizia in aggiornamento)

L'INZIATIVA

Donne in sciopero

Giovedì 2 marzo un incontro per parlare di violenza di genere e dell’applicazione della 194 a Jesi. L’8 marzo flash mob in centro con musica e balli. Lo sportello antiviolenza avverte: aumentano i casi, soprattutto di donne italiane

CARSHARING

Uber al centro della bufera

È in atto una protesta mediatica contro la nota azienda di carsharing. La società di Kalanick non è nuova alle controversie, specialmente contro la categoria dei tassisti