arte

Il Fai dedica le “Giornate d’Autunno” a Giacomo Leopardi

Tre le aperture speciali in tutta Italia per ricordare il poeta recanatese da parte del Fondo Ambiente Italiano. «Si potrà visitare l’Orto sul Colle dell’Infinito, il primo “bene” Fai in regione», spiega Manuela Francesca Panini, capo delegato della delegazione Fai di Ancona

l'evento

A Jesi lo spettacolo “E come il vento” dedicato a Leopardi

All’interno del Festival Pergolesi Spontini, martedì 10 settembre, alla Chiesa di San Nicolò, debutta lo show inedito in cui la poesia si fonde con la musica e la danza. Il poeta contemporaneo Davide Rondoni attraversa “L’infinito” del poeta di Recanati a duecento anni dalla sua scrittura

musica

Recanati, Noa incanta Lunaria

Un inno al dialogo tra religioni e culture sulle note di Bach nella serata che ha gremito la piazza intitolata al poeta. «La poesia è una forma di salvezza e una fonte di grande ispirazione per la vita ed è un grande piacere per me essere qui nella città di Leopardi»

letteratura

Chiaravalle, dal libraio Enrico Guida l’ebook sui Canti leopardiani

Una lettura a voce alta dei 12 Canti più famosi del poeta di Recanati, accompagnati da una base di chitarra e da un librettino con i testi. «L’idea è quella di far sentire come suona il verso di Leopardi. Questo perché la poesia ci chiede d’essere letta a voce alta»

EVENTO

Alessandro D’Avenia racconta Leopardi a Recanati

Il viaggio teatrale del noto autore e professore arriva il 7 ottobre nella città del grande poeta Giacomo Leopardi. Lo spettacolo è gratuito e da oggi (lunedì 25 settembre) è possibile prenotare online i biglietti

gli appuntamenti

Un weekend in musica a Camerano

Una tre giorni di musica e parole tra le dolci note donizettiane e le arie d’opera passando per gli echi e i sussurri di casa Leopardi. Da oggi, venerdì 29, a domenica, due suggestive location di Camerano rivivranno i fasti canori di un tempo

arte e resilienza

Sisma, agli Uffizi i tesori salvati e da salvare

C’è anche il manoscritto dell’Infinito del Leopardi esposto nell’Aula Magliabechiana, a Firenze. Una fra le tante testimonianze dell’arte straziata provenienti dalle cittadine e dai paesi dell’entroterra appenninico, in mostra fino al 30 luglio