cronaca

Osimo, caldaia a fuoco: intervengono i pompieri

L’intervento dei vigili del fuoco in via del Cassero è avvenuto questa mattina. Nessuna persona è rimasta coinvolta perché la proprietaria, alla vista del fumo, ha avvertito tutti i residenti che sono scesi in strada

Odori molesti, nuovi campionamenti all’asilo di Osimo

Altri due rilevamenti da parte dei tecnici dell’Arpam son in programma per la prossima settimana. A oggi sono stati riscontrati valori appena superiori ai limiti di legge di acetone, una sostanza che non rappresenta un pericolo per la salute umana

LA DECISIONE

Odori molesti all’asilo di Osimo, la parola ai genitori

Sul caso della scuola materna “Arca dei bimbi” nella frazione osimana, intervengono i genitori dei piccoli frequentatori. Reduci dalla riunione animata in Comune venerdì scorso, 16 novembre, hanno deciso di non mandare i figli a scuola, anche oggi, lunedì 19

IL CASO

Osimo, riaperto l’asilo di San Biagio

Ha riaperto i battenti ieri mattina, 5 novembre, l“Arca dei bimbi”, dopo quasi una settimana di chiusura per gli odori sospetti. Sul caso interviene Milco Mariani, commissario provinciale della Lega di Ancona

IL CASO

Odori molesti, chiuso fino a lunedì il nido Arca dei bimbi

Scuola chiusa a San Biagio per gli odori molesti. La richiesta dei genitori dei piccoli è stata accolta dalla Asso e dal Comune di Osimo. La comunicazione ufficiale è stata pubblicata poche ore fa sul sito dell’azienda speciale del Comune

attualità

Cattivi odori nell’aria, diffidata un’azienda a San Biagio di Osimo

Da tempo da parte dei cittadini si erano avute segnalazioni alle autorità competenti anche perchè nell’area è presente un asilo nido. Il sindaco Pugnaloni: «Dopo numerose misurazioni l’Arpam ha accertato irregolarità relative al superamento dei limiti di emissione e riscontrato la mancanza di adeguati impianti di aspirazione»

RAFFINERIA API

Controlli alla Raffineria Api, cattivi odori su Falconara

Oggi è il terzo giorno di esalazioni riconducibili probabilmente ai lavori di bonifica del serbatoio 61 della raffineria dove, durante i lavori di realizzazione di un doppio fondo, si è verificato un trafilamento di idrocarburi sul tetto del serbatoio stesso