Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Volley, playoff scudetto: la Cucine Lube è al match point per la finale

I due successi in fila hanno spostato l’equilibrio della serie di semifinale contro l’Itas Trento dalla parte dei cucinieri che mercoledì possono chiudere. Torna in campo anche la Megabox Vallefoglia dopo il Covid

CIVITANOVA MARCHE – La rincorsa della Lube alla finale scudetto ha segnato due tappe fondamentali e positive con i successi a Trento giovedì e in casa domenica. Mercoledì (7 aprile) alle 20.30 la semifinale torna per l’ultima volta in Trentino con il match in diretta su RaiSport.

In caso di successo per Juantorena e compagni si spalancano le porte della finale contro la Sir Safety Perugia che si è già qualificata a spese di Monza. Se invece dovesse spuntarla la formazione di Lorenzetti allora tutto sarebbe rimandato a gara 5 ancora all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche domenica prossima.

L’approdo in finale di Perugia ha garantito ai cucinieri il pass per la prossima edizione del massimo torneo continentale per club. Infatti in Champions League vanno la vincitrice dello scudetto, la migliore classificata in Regular Season (esclusa la squadra vincitrice del tricolore) e la perdente della finale scudetto. Perugia ha vinto la stagione regolare e poi è approdata alla finale della SuperLega Credem Banca e quindi ha promosso automaticamente la Lube che aveva chiuso sul secondo gradino del podio la Regular Season. Il sestetto marchigiano aveva un posto garantito in CEV Cup dopo la vittoria della Del Monte® Coppa Italia 2021, ma i cucinieri ora possono competere ancora con l’élite europea e riscattare la beffa al golden set nel ritorno dei quarti di finale sul campo dello Zaksa in Polonia.

In serie A2 femminile, sempre mercoledì ma alle 18, torna in campo la Megabox Vallefoglia, dopo il lungo stop per Covid per giocare il posticipo della terza giornata di ritorno in casa contro la Green Warriors Sassuolo.
Le parole di coach Bonafede: «Finalmente torniamo a giocare, non vedevamo l’ora di farlo. Speriamo si tratti del definitivo ritorno alla normalità per la nostra squadra, potendo riprendere a giocare e ad allenarci con continuità, anche se incompleti: abbiamo ancora due ragazze alle prese con esami e tamponi. Siamo al momento decisivo di una stagione lunghissima, per la quale lavoriamo da metà luglio. Abbiamo raggiunto con largo anticipo la salvezza, nostro obiettivo principale. Ora speriamo tutti di poterci dedicare solo al lavoro in palestra, per migliorare il nostro livello di prestazioni e poterci giocare fino in fondo le nostre possibilità anche nella seconda fase della stagione».