Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Volley, ecco come la Sampress Loreto si è presa il derby con Ancona

La formazione loretana di coach Romano Giannini si è aggiudicata la sfida con la Bontempi imponendosi con un netto 3-0. Nell'articolo i motivi che hanno spinto i neroverdi ad una vittoria così netta

Bontempi Sampress
Fasi di gioco della gara

LORETO – Può gioire la Sampress Nova Volley Loreto. Dopo il 3-0 nel derby con la Bontempi Casa Ancona, piatto forte dell’ultimo turno del campionato di Serie B, la formazione di coach Romano Giannini può rilanciare la sua sfida in classifica. Può farlo, soprattutto, grazie ad una prestazione da grandissima squadra capace di soffrire e colpire, nel momento chiave della partita. Senza contare l’infortunio dell’esperto Spescha, punto di forza dello scacchiere neroverde. E il successo ha ancora più valore se si pensa che la Sampress ha affrontato un avversario duro e ostico come quello dorico.

Nel primo set la scena se l’è presa tutta Nobili, spina nel fianco in zona offensiva. Controllo e gestione sono state le prerogative dei loretani, capaci di resistere anche al ritorno della Bontempi. Con l’andare del match un altro elemento importante è stato rappresentato dai tanti errori commessi dagli anconetani, sopratutto in battuta. Errori che hanno contribuito a determinare il distacco con i padroni di casa. Nel terzo set il pubblico ha fatto la sua parte, con il muro loretano quasi sospinto in alto dalle urla dei sostenitori. Il 3-0 è netto, e rappresenta un’ottima basa dal quale ripartire per il futuro.

SAMPRESS NOVA VOLLEY LORETO – BONTEMPI ANCONA 3-0
SAMPRESS NOVA VOLLEY LORETO: 
Caciorgna 5, Pasquali 7, Cremascoli 3, Stoico 10, Torregiani, Alessandrini 1, Palazzesi 13, Carletti (L2), Ferri, Dignani (L1), Spescha, Mazzanti 3, Nobili 10 . All. Giannini

BONTEMPI ANCONA: Rosa 6, Galdenzi4 , Giombini A. (L), Silvestrelli 7, Albanesi 3, Angeli, Sabbatini 0, Clementi1 , Santini, Ferrini 9, Magini 7, Bugari 8. All. Giombini L.

PUNTEGGIO: 25-20; 25-18; 27-25

ARBITRI: Tramba e Renzi di Chieti