Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Volley, Lipska resta a Macerata: la polacca sarà la straniera a disposizione di coach Paniconi

La Cbf Balducci Macerata punta forte sulle potenzialità della giovane schiacciatrice arrivata a gennaio e che ha convinto la società a scommettere sulla sua crescita

Tra le molte conferme in casa Cbf Balducci Macerata c’è anche quella della schiacciatrice polacca Aleksandra Lipska classe ’98 e non era affatto scontata. In serie A2 si possono avere due sole straniere schierandone però solo una in campo. In sintesi la scelta della straniera è un ticket da non fallire.
A Macerata hanno creduto nelle capacità della giovane polacca che, arrivata a gennaio al posto di Smirnova, ha giocato solo 3 partite che sono bastate per convincere Paniconi e la società di volley maceratese a credere in lei. Della conferma di Lipska, del resto, si parlava già anche quando doveva esserci la collaborazione con la Lardini Filottrano a ribadire che la ragazza ha i numeri per emergere. Le si riconoscono doti di saltatrice importanti e una tecnica ancora da affinare perché ricca di potenzialità.

Per Lipska, che rinverdisce la tradizione consolidata delle polacche in Italia e che ha nella palleggiatrice di Conegliano Wolosz l’interprete più nobile, la Cbf Balducci è la prima esperienza lontano dal Paese natìo.

«Ho avuto un’impressione molto positiva al mio arrivo a Macerata» ha detto la polacca. «Prima di allora, ho avuto esperienze in due squadre in Polonia, MKS Dabrova Gornicza e Wisla Varsavia. Quando sono arrivata ho trovato gente molto cordiale: il coach Luca Paniconi, il presidente Pietro Paolella, la dirigenza, lo staff, le altre giocatrici, tutti loro sono sempre stati molto gentili con me. Quindi posso davvero dire che il mio impatto con questa società è stato molto positivo e che sono molto felice di iniziare una nuova stagione con questa squadra».

Molto buono anche il debutto nella Serie A2 italiana, dove ha giocato nella pool salvezza contro Talmassons, Sassuolo e Club Italia: tre partite e tre vittorie per la squadra di coach Paniconi.

«Credo che la Serie A2 italiana abbia un livello molto buono – ha aggiunto Lipska – anche se ho giocato solo 3 partite e questo è un po’ un rimpianto, perché sarei stata contenta di provare ad accedere ai play-off. Stavamo giocando per quello ma poi la stagione si è fermata bruscamente per i motivi che tutti sappiamo. Nella prossima stagione conoscerò meglio questo campionato ma credo che il livello sarà altrettanto alto».

La concorrenza per il posto da titolare sarà elevata ma il tempo del rodaggio lo ha già svolto dall’arrivo di gennaio quindi da lei ci si attendono punti e costanza di rendimento.
La scommessa sarà vinta?