Europeo J/70, a Malcesine il trionfo di Petite-Terrible

La campionessa anconetana Claudia Rossi torna con la sua imbarcazione al vertice continentale dopo i successi del 2016 e del 2017 e nell'albo d'oro succede al padre Alberto Rossi, che ha chiuso al tredicesimo posto. La rimonta arriva nell'ultima giornata di gara

L'abbraccio tra Alberto e Claudia Rossi

MALCESINE- Un finale da mille e una notte porta Petite Terrible – Adria Ferries di Claudia Rossi sul tetto d’Europa, nella massima competizione continentale che si è chiusa oggi a Malcesine. Ad aggiudicarsi l’Europeo di Vela classe J/70 è stata infatti l’anconetana, che torna sul gradino più alto dopo Kiel 2016 e Hamble 2017. Nervi saldi e carattere da campionessa l’hanno portata ad una rimonta incredibile nell’ultima giornata di gara (partiva dalla terza posizione), tanto da lasciarsi alle spalle i tedeschi di Mission Possible e J-Curve di Mauro Roversi.

La Rossi succede nell’albo al padre Alberto che, a bordo di Enfant Terrible- Adria Ferries, ha chiuso al tredicesimo posto. Incontenibile la festa alla fine della contesa che celebra ancora una volta una massima eccellenza sportiva anconetana nel mondo: «Che emozione indescrivibile vincere l’Europeo in Italia. Dal punto di vista agonistico, questa è la vittoria che mi rende più orgogliosa: rispetto alle edizioni precedenti, forse questa è stata la manifestazione più complicata, dove ci siamo trovati ad affrontare le condizioni meteomarine più diverse, con avversari di livello altissimo. Sono contenta del risultato, ma soprattutto fiera del mio equipaggio che ci ha sempre creduto, non ha mai mollato nei momenti difficili e stamattina è sceso in acqua consapevole di dover recuperare terreno sui leader, motivato e pronto a conquistare questo terzo bellissimo titolo Europeo. Petite è tornata».