Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Tirreno-Adriatico, la corsa si sposta nelle Marche e arrivano le salite vere

La competizione sbarca ufficialmente in regione con la Norcia-Sarnano Sassotetto. La tappa Terni-Cascia se l'è aggiudicata l'australiano Hamilton mentre in classifica generale è avanti sempre Woods

Tirreno Adriatico (Hamilton)
Nella Terni-Cascia di ieri vince l'australiano Hamilton

NORCIA- La Tirreno-Adriatico sbarca nelle Marche. Dopo l’assaggio della tappa di ieri, con il transito tra Visso e Castelsantangelo sul Nera, oggi è in programma l’attesissima Norcia-Sarnano Sassotetto (202 km) che mette in mostra alcuni tratti considerati tra i più duri dell’intera manifestazione. Dal Santuario di Macereto, con pendenze che lambiscono l’11%, fino alla pianura che si estende da Tolentino ad Amandola. Poi San Ginesio, Gualdo, Penna San Giovanni e l’arrivo a Sassotetto, dove sono previsti fuochi d’artificio.

Nella Terni-Cascia di ieri, tappa da 194 km, l’australiano Lucas Hamilton ha preceduto i suoi avversari, in particolare Fausto Masnada, Micheal Woods, Aleksandr Vlasov e Geraint Thomas. In classifica generale Woods è sempre avanti a tutti seguito da Majka, Masnada, Hamilton, Keldermann e Thomas.

Superata la Norcia-Sarnano Sassotetto, ci si proietterà sul gran weekend di sabato e domenica dove sono attesi colpi di scena nella Castelfidardo – Senigallia (171km) e nella Pievetorina – Loreto (181km). Lunedì la conclusione con la cronometro finale di San Benedetto del Tronto (10km). In gara anche i due marchigiani Giovanni Carboni (Bardiani) e Riccardo Stacchiotti (Vini Zebù).