Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Thunder Halley, ecco il pivot Camilla Ardito

Tecnica ed esperienza in arrivo per la squadra di Matelica/Fabriano quasi al completo in vista del campionato di serie B femminile. Coach Rapanotti: «Con lei, reparto “lunghe” al completo»

Camilla Ardito, pivot di 31 anni, ingaggiata dalla Thunder Halley per il campionato di serie B femminile di basket

FABRIANO – «Completiamo il nostro reparto “lunghe” con una giocatrice di assoluta qualità e che aumenta il nostro impatto fisico». È contento Christian Rapanotti, allenatore della Thunder Halley, per l’arrivo del pivot Camilla Ardito.

Un altro “tassello” importante inserito nel roster della squadra di Matelica/Fabriano, ormai quasi al completo, in vista del campionato di serie B femminile di basket.

Classe 1989, altezza 182 centimetri, nata a Civitanova Marche, la Ardito ha un curriculum di tutto rispetto per la categoria.

Cresciuta nella Feba, la squadra della sua città, ha iniziato a calcare i parquet di serie B già a 15 anni. Nel 2007 ha giocato in A2 a Porto Sant’Elpidio e poi è iniziato il suo lungo periodo di militanza in Campania.

«Sono partita per Battipaglia, in serie B – riferisce Camilla Ardito – dove ho giocato per tre campionati. Il terzo anno abbiamo vinto campionato e Coppa Italia e siamo salite in serie A2. La società si è spostata a Salerno, prendendo il nome di Salerno Basket ’92, e qui ho giocato per altri quattro anni, fino al 2016. Nel 2017 ho giocato sempre a Salerno, ma in serie B, nella società Ruggi».

Dopodiché, la sua carriera cestistica si è interrotta e ne è iniziata un’altra. «Mi sono laureata alla magistrale di Lingue – racconta la Ardito – e ho vinto una borsa di studio per insegnare italiano all’estero, all’università di Cordoba in Spagna. Quindi sono rimasta lontana dal parquet per due anni. Ho ripreso a giocare lo scorso campionato, in serie C a Porto San Giorgio, una volta ritornata».

Ed ora, per lei, è pronta la maglia biancoblù della Thunder Halley. «Camilla è una giocatrice esperta – la descrive coach Christian Rapanotti – capace di giocare bene in post basso in attacco ed è sempre attenta in difesa ed a rimbalzo. Ritengo che possa essere determinante in questo campionato anche perché le sue caratteristiche sono complementari a quelle delle altre giocatrici che compongono il nostro reparto sotto canestro. Sono assolutamente convinto, inoltre, che sarà un esempio da seguire anche per le ragazze più giovani». 

Questa dunque, allo stato attuale, la rosa della Thunder Halley per il 2020/21: Sofia Aispurùa (ala/pivot), Francesca Stronati (play), Alessia Franciolini (pivot), Asya Zamparini (guardia), Ornella Zito (ala/pivot), Giorgia Ceccarelli (pivot), Debora Pecchia (guardia), Soukaina Sbai (play/guardia), Aurora Nociaro (play) e Camilla Ardito (pivot).