Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

La Thunder Halley conferma il tandem argentino Gonzalez-Aispurùa

Basket serie A2 femminile: le due nazionali “albiceleste” completano la squadra biancoblù che si raduna oggi. Coach Cutugno: «Punto molto su di loro per esperienza e leadership». Le giocatrici: «Felici di rimanere»

Debora Gonzalez e Sofia Aispurùa confermate alla Thunder Halley Basket (foto di Marco Teatini)

FABRIANO – La Thunder Halley Basket, neopromossa nel campionato di serie A2 femminile, mette le ciliegine sulla torta per completare la squadra che si raduna stasera, lunedì 30 agosto, a Matelica. E’ arrivata, infatti, la conferma della coppia argentina Debora “Pepo” Gonzalez e Sofia Aispurùa.

«Confermare Debora e Sofia è stato fin da sùbito un obiettivo primario nell’allestimento della nostra squadra, vista l’esperienza che hanno ad alto livello, fondamentale per la nostra formazione che è una neopromossa in serie A2 – è il commento di coach Orazio Cutugno. – Da entrambe ci aspettiamo che siano i perni del team, anche in termini di leadership e spogliatoio».

«Sono molto contenta di proseguire con la Thunder in questo progetto – è la dichiarazione di “Pepo” Gonzalez – non vedo l’ora di cominciare una nuova avventura e fare del mio meglio».

Sulla stessa lunghezza d’onda Sofia Aispurùa: «Siamo reduci dalla vittoria di un campionato emozionante e adesso confrontarsi con la serie A2 sarà una bella sfida per tutti – sono le sua parole. – Ringrazio la società e il coach per questa possibilità, darò il massimo».

Ecco i loro profili, impreziositi da molte esperienze internazionali con la maglia della Nazionale dell’Argentina.

Debora “Pepo” Gonzalez, argentina con cittadinanza italiana, play/guardia di 171 centimetri, classe 1990, entra nella sua terza stagione con la maglia della Thunder di cui è capitano e tra le principali protagoniste della recente promozione in serie A2 al ritmo di 18.9 punti e 4,4 palle recuperate di media. Nata a Lomas de Zamora, vicino Buenos Aires, è poi cresciuta a Lanus, famosa per essere la città di Diego Armando Maradona. Il suo “palmares” è di primissimo piano: è stata infatti capitano e punto di forza della Nazionale “albiceleste”, con cui ha disputato le maggiori competizioni internazionali, Mondiali compresi, conquistando due argenti ai Campionati Panamericani (2011 e 2017), inoltre due argenti (2010 e 2013) e un oro (2018) ai Campionati Sudamericani. In Italia – a parte le ultime due stagioni alla Thunder in B – dal 2008 ha sempre giocato tra serie A1 e A2, di cui è stata anche capocannoniere con la maglia di Chieti. In massima serie ha giocato anche a Pozzuoli, Ragusa, Napoli e San Giovanni Valdarno.

L’argentina Sofia Aispurúa è un’ala grande di 193 centimetri, classe 1995. Nata a Comodoro Rivadavia, in provincia di Chubut, Sofia in passato ha giocato nel suo paese con il Vélez Sarsfield e l’Obras Basket, entrando fin da giovanissima a far parte delle selezioni argentine, fino a raggiungere la Nazionale maggiore e la conquista dell’argento nell’Americup 2017. Superati due infortuni nel 2018, è tornata in maglia argentina per i Giochi Panamericani del 2019 svoltisi a Lima e per il Preolimpico nell’ottobre 2019. La Aispurùa era arrivata alla Thunder nel febbraio del 2020, ma in quella stagione non era riuscita ad esordire a causa del “lockdown” per l’esplosione del Coronavirus che aveva bloccato tutti i campionati. L’anno scorso è stata limitata da un infortunio nella prima parte della stagione, tornando disponibile nel finale quando – nelle ultime cinque partite – ha contributo alla promozione in serie A2 con 3,4 punti e 4,8 rimbalzi.

Con queste ultime due conferme, è sostanzialmente delineata la “rosa” a disposizione di coach Orazio Cutugno (mancano soltanto da ufficializzare le giovani aggregate alla prima squadra), che così avrà la formazione al completo già in occasione del raduno che avverrà oggi pomeriggio (lunedì 30 agosto) a Matelica, per poi iniziare la preparazione atletica e gli allenamenti nei prossimi giorni.