Scooter elettrici Civitanova Marche MENCHI
Scooter elettrici Civitanova Marche MENCHI
Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Garden Europa Azienda Florovivaistica
Garden Europa Azienda Florovivaistica

Travaglia sconfitto con onore da Sinner nella finale dell’Atp 250 di Melbourne

Il tennista ascolano ha combattuto per tutto il match, portando il 19enne altoatesino al tie-break del primo set e giocando la palla del 5-3 nel secondo incontro, poi perso per 6-4

Travaglia (a dx) con Sinner a melbourne 2021

Ascoli.- Stefano Travaglia non ce l’ha fatta a Melbourne. Il tennista ascolano è stato sconfitto nella finale tutta azzurra dell’Atp 250, dall’altoatesino Jannik Sinner. Il match si è giocato questa mattina (alle 4 ora italiana) ed ha visto il 19enne di Sesto Pusteria vincere in due set per 7-6, 6-4.

Non è stata una grande partita, con i due giocatori apparsi stanchi dopo una settimana di gare senza sosta e la scarsa preparazione precedente. Tanti gli errori gratuiti, soprattutto da Travaglia che ne ha fatti 66. Ma l’incontro è stato comunque combattuto, in particolare nel primo set. Qui il tennista ascolano è riuscito a portare il fenomeno Sinner – che diventerà già il n.32 del ranking mondiale – al tie break decisivo, mancando poi nei punti finali.

Nel secondo set, il tennista ascolano già dolorante e con la gamba fasciata ha cercato di contrastare il suo avversario, salendo 4-3 ed avendo anche la palla per il 5-3. Ma Travaglia l’ha sbagliata tirando a rete un rovescio e l’altoatesino ne ha approfittato, ribaltando il game e poi vincendo la partita per 6-4.

Stefano Travaglia

Per «Steto» , 29 anni è stata comunque la settimana più bella della sua carriera. Dopo una straordinaria cavalcata che lo ha portato a battere giocatori come Querrey, Bublik e Hurcasz, ha conquistato la sua prima finale Atp, ottenendo così il suo best ranking con il n.60 ( era 71 della classifica prima del torneo). Contro Sinner, che vince anche quando non è al meglio, Travaglia non poteva fare di più. Ma ha comunque dimostrato di sapersela giocare anche con i più forti del circuito mondiale.

E il 19enne di Sesto Pusteria, spilungone con faccia da bambino ma potenza e forza di un vulcano, oltre che una solidità mentale impressionante per la sua età, è già uno di questi. Se si pensi che con l’Atp 250 di Melbourne è al suo secondo successo consecutivo dopo il torneo di Sofia vinto nel novembre scorso, e che in un anno ha scalato tutta la classifica mondiale. Per lui si prospetta un futuro da top ten, se manterrà questo ritmo.

Sia lui che Travaglia da lunedi saranno in campo nel tabellone principale degli Australian Open- covid permettendo, che si gioca al meglio dei 5 set a partita. Il tennista ascolano affronterà al primo turno lo statunitense Frances Tiafoe, n.62 del ranking Atp.