Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Tamberi, una lettera per sfidare il destino

Il campione olimpico anconetano torna a far parlare di sé. Una lettera sul social annuncia la sua nuova operazione e la voglia di tornare in pista dopo la ferita di Rio

Un quadro raffigurante la vittoria di Tamberi dopo Portland

ANCONA – Torna a far parlare di sé Giammarco Tamberi. Dalla pagina ufficiale Instagram del suo profilo, il campione anconetano cattura l’attenzione con una bella lettera, mittente il destino. Nel suo sfogo, carico di rivalsa, c’è tutta la voglia di tornare a saltare, nella speranza di conquistare quell’oro olimpico sognato fin da bambino.

La ferita di Rio è una ferita ancora aperta per il Gimbo nazionale, apparso però determinato a bruciare i tempi di recupero e ripresentarsi quanto prima in pedana. Appare impossibile, al momento, un suo recupero il Golden Gala di Roma, a Giugno. Più probabile una sua partecipazione ai Mondiali di Londra, previsti dal 5 al 13 Agosto.

Tamberi, in merito alla sua riabilitazione, sarà operato nuovamente dal Professor Lijoi, presso la Clinica di Forlì. Qui effettuerà un intervento di rimozione dell’Os Trigonum, presente nel retropiede lesionato.

Anche qui ha sorpreso tutti l’atleta azzurro. In gran segreto, accompagnato dal padre procuratore, ha già incontrato il luminare nella clinica romagnola. Molto probabilmente i tempi dell’operazione e quelli della ripresa post-intervento saranno ridotti, per permettergli di rientrare molto prima del previsto. Ad aspettarlo i suoi tifosi, i suoi amici e i suoi record. Dal 2.39 che lo fanno primatista italiano assoluto del salto in alto, al titolo europeo e mondiale indoor, conquistato lo scorso anno a Portland.