Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Sospensione della Serie B, Goldengas: «Comprendiamo, ma con rammarico»

Il club senigalliese coglie l’occasione per ringraziare staff tecnico, giocatori e tifosi. «Questo è il momento di continuare a combattere per sconfiggere il virus»

La Goldengas Senigallia
Goldengas Senigallia

La notizia di qualche giorno fa ha gettato ancor più nello sconforto il mondo del basket regionale e nazionale, perché di fatto svanisce la stagione 2019/2020 di Serie B. La Goldengas Pallacantestro Senigallia ha diramato un comunicato stampa in cui afferma: «Prendiamo atto della comunicazione ufficiale della FIP, a firma del presidente Petrucci, relativa alla sospensione del campionato di serie B, comprendendola perfettamente visto il momento di emergenza sanitaria in corso, seppur con grande dispiacere e rammarico».

Il club senigalliese coglie poi l’occasione per ringraziare staff tecnico e giocatori che «fin quando è stato possibile, non hanno mai smesso di allenarsi con la speranza di poter tornare in campo. Un ringraziamento va anche a tutti gli sponsor, a tutti i dirigenti e ai collaboratori della società, senza dimenticare i nostri tifosi che ci hanno accompagnato durante questa stagione terminata anzitempo».

E se fa male la notizia dello stop della Serie B, non meno dolora è la cessazione dell’attività del settore giovanile. «Un pensiero lo vogliamo mandare anche ai nostri ragazzi del settore giovanile e alle loro famiglie. In attesa di capire quali saranno regole e modalità di svolgimento, a loro possiamo dire che stiamo pensando alla ripresa e ai prossimi campionati» scrive infatti la Goldengas.

Nei giorni scorsi la FIP ha detto che a breve ci si riunirà per discutere della prossima stagione, ma è davvero difficile pensare al futuro con una situazione nazionale ancora così incerta sulla questione Coronavirus. La quarantena obbligatoria per il Paese è slittata dal 3 al 13 aprile e anche dovesse realmente terminare dopo Pasquetta, è utopia pensare che da quel giorno tutto possa tornare alla normalità, comprese le attività sportive.

«Questo è il momento di continuare a combattere – scrive la Goldengas –. Combattere tutti insieme, non per recuperare un pallone, ma per sconfiggere questo maledetto virus per poi ricominciare a vivere. Siamo certi che sarà ancora più bello, poi, tornare alla normalità e tornare al nostro basket. Tornare a gioire per una tripla sulla sirena, per una palla recuperata, per un assist per un nostro compagno e abbracciarci per festeggiare insieme una vittoria».

Sarà sicuramente bellissimo, resta solo da capire quando tutto questo sarà possibile.