Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Simone Riccitelli: «Positiva l’esperienza in Portogallo»

Automobilismo. Il giovane pilota fabrianese nel fine settimana scorso è stato protagonista a Portimao nel campionato Ligier European Series. «Siamo stati veloci, meritavamo almeno una vittoria»

Simone Riccitelli al volante della JFP4 in Portogallo

FABRIANO – È soddisfatto il giovane pilota automobilistico fabrianese Simone Riccitelli, reduce dal fine settimana (23/24 ottobre) a Portimao, in Portogallo, dove al volante della JFP4 del team Monza Garage ha gareggiato in coppia con il collega Nicola Neri. «Ma meritavamo almeno una vittoria in gara, perché sia nelle prove libere che nelle qualifiche siamo sempre stati i più veloci», ha dichiarato Riccitelli al ritorno a Fabriano.

Il format delle due gare in prigramma, di 60 minuti ciascuna con cambio al volante ogni trenta, infatti, ha sempre visto protagonisti i due italiani, limitati soltanto da un pizzico di sfortunata nell’esito finale.

Soddisfazione derivata anche da questa nuova esperienza con un tipo di macchina che non conosceva. «È stata la mia prima volta su un prototipo del genere – riferisce Riccitelli, nelle ultime stagioni protagonista nel Campionato Italiano Prototipi, nel Gran Turismo e nel DTM Trophy – e per questo valuto molto positivamente questa esperienza internazionale».

«In gara-1 sono partito io alla guida e, al cambio con Nicola, eravamo in testa con 7” di vantaggio – racconta Simone – Un successivo ingresso della “safety car”, purtroppo, ha compattato il gruppo e alla ripartenza, anche a causa di un contatto, abbiamo perso alcune posizioni chiudendo al 5° posto».

Poi gara-2. «In questo caso ha iniziato Neri, anche in questa circostanza a causa di un contatto la macchina si è girata perdendo terreno, ho cercato di recuperare e abbiamo terminato raggiungendo un onorevole 2° posto. Ma, ripeto, per quello che abbiamo fatto nel complesso avremmo meritato per lo meno una vittoria, ma sono soddisfatto lo stesso».

Nicola Neri e Simone Riccitelli sul podio al secondo posto
Exit mobile version