Rugby Jesi, stop amaro a Parma

In terra d’Emilia i leoni si sono dovuti arrendere 23-7 di fronte ai padroni di casa, risultato frutto di un blocco totale nella ripresa dopo che, nel primo tempo, si era andati al riposo in vantaggio 6-7

Rugby Jesi '70

JESI – Sconfitta amara a Parma per il Rugby Jesi ’70 nell’ultimo turno del campionato di serie B. In terra d’Emilia, i leoni si sono dovuti arrendere 23-7 di fronte ai padroni di casa, risultato frutto di un blocco totale nella ripresa dopo che, nel primo tempo, Jesi era andata al riposo in vantaggio 6-7.

Il Valorugby, in cerca della prima vittoria, era passato in vantaggio già dopo pochi minuti con due calci piazzati. Ma la reazione jesina, con la meta trasformata da Santarelli, aveva chiuso il primo tempo sul 6-7.

Nel secondo, due mete ed una terza tecnica dalle quali Jesi non è riuscita a riprendersi.

Dice il tecnico Mariano Fagioli: «Dobbiamo mantenere la lucidità, la tranquillità e la coesione che ci contraddistinguono, anche in trasferta, dove sicuramente mancano dei punti di riferimento importanti. Ed è per questo che dobbiamo lavorare ancora molto, sia a livello fisico che mentale. Si sono comunque viste delle cose buone in campo: una buona difesa e una altrettanto buona mischia chiusa. In attacco siamo stati meno incisivi dell’avversario, superiore sulle rimesse laterali. Questa partita ci fa riflettere, se vogliamo essere protagonisti di questo campionato, dobbiamo cambiare mentalità e mantenerci più solidi e tranquilli. Ci aspetta una settimana di grande concentrazione per preparare la prossima partita contro i Lions Amaranto, che si preannuncia ostica. Ma se sapremo tirar fuori tutte le nostre doti, sapremo anche vincerla».