Hoplà facile la bontà
Hoplà facile la bontà
Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

ESTRA Il futuro Green è adesso
ESTRA Il futuro Green è adesso

Serie D: il Fano vince il derby, Senigallia spreca

La capolista Pineto perde ma la Vigor fa solo 1-1. La Samb vince in rimonta e avvicina la salvezza. Male il Tolentino, appeso a un filo

(foto pagina fb Alma Juventus Fano)
Fastnet. Internet da sempre

La trasferta molisana regala un punto alla Vigor Senigallia, che si mangia le mani però per aver sprecato l’occasione d’oro di portarsi a -4 dalla capolista Pineto, battuta dal Trastevere per 2-0. Senigallia rosicchia comunque un punticino e si porta a -6 a tre giornate dal termine del campionato, anche se deve guardarsi le spalle proprio dal Trastevere ora a -3 dai rossoblù. La sfida sul campo del Vastogirardi finisce 1-1, al termine di una partita combattuta e spigolosa. Prima frazione di gioco avara di emozioni, con la Vigor Senigallia che si affaccia un paio di volte ma non sfonda, controllando senza particolari affanni gli affondi locali. Nella ripresa al 55’ i padroni di casa si portano in vantaggio con Hernandez. Gli uomini mister Clementi però non si scompongono e dopo 11 minuti trovano il pareggio con l’autogol di Makni, propiziato da un duello in area con capitan Pesaresi. I rossoblù potrebbero anche raddoppiare poco dopo, ma l’intervento di Gargiulo salva il Vastogirardi e finisce 1-1.

L’A.J. Fano vince nel derby con il Montegiorgio per 3-1 e consolida la propria posizione nella griglia play-off. Apre le marcature Zanni per il Fano, pareggio momentaneo del Montegiorgio con Monza. Gli ospiti sfiorano il vantaggio con Diop, ma sul finire del primo tempo passano di nuovo avanti i padroni di casa con Severini. Poi nella ripresa arriva il definitivo 3-1 con l’autogol di Diop. Inizia male dunque l’avventura del nuovo allenatore del Montegiorgio Bacci, anche se la sconfitta è ininfluente per la classifica, seppur precaria ad una sola lunghezza di distanza dalla retrocessione diretta. Perdono infatti il Notaresco contro il Roma City e il Tolentino ad Avezzano. La squadra cremisi alza probabilmente bandiera bianca: 6 punti da recuperare in 3 giornate sembrano un’impresa quasi impossibile. Anche perché ad Avezzano arriva una brutta sconfitta per 3-0, senza appello, maturata in appena mezz’ora di gioco per le reti di Dos Santos (doppietta) e Lagonia.

Bellissima vittoria in rimonta invece per la Sambenedettese, che contro il Matese recupera lo svantaggio iniziale (gol di Ricamato al 13’) e nel secondo tempo piazza l’uno-due micidiale, con le reti di Angiulli e Rabacal. I ragazzi di mister Manoni, nonostante i noti problemi societari, conquistano 3 punti pesantissimi che avvicinano la Samb alla salvezza.

Pareggio casalingo in pieno recupero per il Porto d’Ascoli, che va sotto dopo appena 6 minuti contro il Team Nuova Florida. La squadra di Ciampelli sfiora più volte il pareggio, che arriva solo in extremis al 46’ con Zaboletti. Un punto che allontana forse i play-off, ma avvicina il traguardo della matematica salvezza, ormai poco più che una formalità.

© riproduzione riservata

Pescheria del ponte Pesce Fresco dell'Adriatico Km.0 Consegna a Domicilio