Elisa Di Francisca, bronzo mondiale

Nella rassegna iridata di Budapest, per la jesina Campionessa d'Europa in carica stop in semifinale nell'ennesimo duello con la russa Deriglazova, sconfitta un mese fa nella finale di Dusseldorf e vincente invece nell'ultimo atto olimpico di Rio 2016. Fuori al secondo turno Alice Volpi

Elisa Di Francisca a Dusseldorf 2019 (Foto: BizziTeam)
Elisa Di Francisca a Dusseldorf 2019 (Foto: BizziTeam)

Bronzo mondiale per Elisa Di Francisca ai Campionati iridati di scherma in corso di svolgimento a Budapest. La jesina, Campionessa d’Europa in carica, si ferma in una tiratissima semifinale (13-15) contro la russa Inna Deriglazova, rivale sconfitta un mese fa nella finale continentale di Dusseldorf e vincente invece tre anni fa, nella finale olimpica che valse a Elisa l’argento ai Giochi di Rio de Janeiro.

A spartirsi il terzo gradino del podio sono due azzurre: Elisa e Arianna Errigo, anche lei sconfitta in semifinale dalla francese Ranvier, che sfiderà adesso per l’oro individuale di fioretto femminile la Deriglazova. Mondiale deludente per la Campionessa del Mondo 2018 Alice Volpi, fuori al secondo turno con la spagnola Diaz (13-15).

Nel suo percorso Di Francisca aveva superato 15-4 l’ucraina Anna Taranenko, 15-6 la cinese Yiting Fu e nel tabellone delle 16 la giapponese Sera Azuma col punteggio di 15-11. Ai quarti è giunta la vittoria per 15-8 contro la cinese Huo Xingxin. In semifinale il duello, ormai classico, con Deriglazova.

Dopo una prima manche chiusa sul 4-4, un paio di decisioni invertite alla “moviola” dall’arbitraggio hanno portato in fuga la russa, fino al 7-11. Di lì però la gagliarda risalita di Elisa, fino ad agganciare e sorpassare Deriglazova, 13-12. A quel punto la controreazione della russa, con tre stoccate che hanno fissato il 13-15. Per Elisa il bronzo di Budapest è la quinta medaglia mondiale individuale, dopo l’oro di Parigi nel 2010, l’argento di Catania nel 2011, i bronzi di Antalya in Turchia (2009) e sempre a Budapest nel 2013.

Lunedì prossimo 22 luglio la gara a squadre