Di Francisca oro a Dusseldorf, «La vittoria dal sapore più dolce»

«Per la quinta volta sul tetto d'Europa - gioisce la campionessa jesina dopo il successo nell'individuale di fioretto - adesso sono proprio tornata»: E sulla corsa ai Giochi 2020 scrive su Facebook all'imprenditore Crognaletti: «Prepara il terzo pullman per Tokyo»

JESI – «Per la quinta volta sul tetto d’Europa!! Una vittoria conquistata dopo tanti sacrifici fatti da me e dalla mia famiglia, e che per questo ha un sapore ancora più dolce. Sono tornata, adesso sono proprio tornata». Il sorriso social di Elisa Di Francisca che così, con vicino in foto il figlio Ettore, festeggia e celebra il ritorno alla grande vittoria internazionale, con l’oro centrato ieri nella prova di fioretto individuale dei Campionati Europei di Dusseldorf. Per la jesina il quinto titolo continentale della carriera dopo quelli di Sheffield (2011), Zagabria (2013), Strasburgo (2014) e Montreux (2015). Ma soprattutto, il primo dopo la maternità e la nascita di Ettore, e alla ripresa dell’attività agonistica dopo la pausa seguita all’argento olimpico conquistato nel 2016 a Rio de Janeiro. L’obiettivo, ora, è il pass per i Giochi di Tokyo del prossimo anno.

«Questa è la vittoria più sofferta- ha detto Elisa del suo successo di Dusseldorf- perché viene dopo una pausa dovuta all’arrivo del mio bimbo che mi dà un grande stimolo. La corsa al Titolo Europeo è la più complessa perché parte dal girone ed è la gara che ho vinto più di tutte. Vuol dire che mi piace combattere». Venerdì prossimo 21 giugno ad attendere Elisa e le altre azzurre del fioretto ci sarà la prova a squadre. «Siamo una squadra molto forte- dice la jesina- dobbiamo dare l’anima e vogliamo vincere perché ce lo meritiamo». La stagione proseguirà quindi e si chiuderà con i Mondiali di Budapest (15-23 luglio) mentre per il 4 settembre prossimo Elisa ha messo in programma le nozze, a Ischia, con il suo compagno e papà di Ettore, Ivan Villa.

Ma, sempre sui social, c’è anche un simpatico botta e risposta fra Elisa Di Francisca e l’imprenditore del turismo e dei trasporti Daniele Crognaletti che, dopo le medaglie olimpiche di Londra 2012 (due ori) e Rio de Janeiro, aveva dedicato alla campionessa la decorazione personalizzata di due suoi autobus. «Prepara il terzo pullman per Tokyo» il messaggio di Elisa, al quale Crognaletti risponde: «Scommessa accettata».