Scherma, ad Ancona applausi per la Coppa Italia

Si è conclusa al Palaindoor la Coppa Italia di Scherma che ha portato ad Ancona tantissimi talenti, molti dei quali parteciperanno agli assoluti di Palermo

Un momento della finale maschile tra Gallo e Benedetto
Un momento della finale maschile tra Gallo e Benedetto

ANCONA- Si è conclusa ieri ad Ancona, nello splendido scenario del Palaindoor della Montagnola, la Coppa Italia 2019 di Scherma ultimo viatico per raggiungere la qualificazione ai Campionati Italiani Assoluti in programma a Palermo dal 6 al 9 giugno. La kermesse raccoglierà i migliori atleti italiani e quanto visto in questi giorni nel capoluogo dorico fa sicuramente ben sperare in ottica di futuri talenti. Nell’ultima giornata di gara a brillare sono stati i protagonisti e le protagoniste di spada femminile e sciabola maschile.

Nella spada femminile, a vincere la Coppa Italia è stata Carola Maccagno. La spadista di Torino in finale ha superato Elena Ferracuti dell’Accademia Fermo con il punteggio di 15-10. In semifinale la Maccagno aveva primeggiato su Giordana Gallina della Methodos Catania per 15-8, mentre la Ferracuti aveva fermato la corsa di Alice Cassano della Chiavari Scherma con il punteggio di 12-10.

Per quel che concerne la sciabola maschile, vittoria per Michele Gallo in forza al Centro Sportivo Carabinieri. Il campano, dopo essersi preso in semifinale lo scalpo del romano Luca Fioretto (15-14), ha completato l’opera piegando Enrico Benedetto del Giardino Milano con un netto 15-7.  Terzo posto alla pari per Fioretto e Alberto Fornasir, sconfitto 15-13 in finale da Benedetto.