Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Sambenedettese, mister Antonioli: «Siamo poco sereni ma non depressi. Pronti a combattere contro il Matese»

Rossoblù impegnati in trasferta sul terreno del Matese, in un duro banco di prova. La Samb è chiamata ad uno scatto d’orgoglio, per fare quel salto di qualità che possa dare la svolta alla stagione

Il mister Mauro Antonioli, fiducioso sulla ripresa della squadra (Foto Uff. Stampa Sambenedettese)

Dopo le due prestazioni deludenti con Vastese e Chieti, in cui la Sambenedettese ha raccolto 1 solo punto, la truppa rossoblù è attesa dalla trasferta sul terreno del Matese, società calcistica con sede a Sepicciano, frazione di Piedimonte Matese, in provincia di Caserta, in Campania. Squadra nuova nel girone, è attualmente ottava in classifica con 13 punti, 5 in più della Samb, ferma ancora a quota 8. La squadra sarà chiamata dunque a un’altra gara tosta ed impegnativa, contro un avversario che non concederà nulla e che, come le altre, farà la gara della vita.

La squadra al lavoro in una delle sedute settimanali (Foto Uff. Stampa Sambenedettese)

Come di consueto, alla vigilia del match sono arrivate le parole del tecnico Mauro Antonioli, che si è espresso così: «È normale che non c’è un clima sereno, perché sappiamo che stiamo andando al di sotto delle attese che ci sono e di quello che potremmo fare. Nonostante tutto, ho visto i ragazzi concentrati. La nostra non è una squadra depressa, ma un gruppo che si allena e che mette cattiveria in campo negli allenamenti. La stessa cattiveria la dovremo mettere nelle partite portando a casa i risultati, che sono la cosa che manca ancora. Sappiamo anche dove dobbiamo migliorare. In questo momento abbiamo solidificato la fase difensiva, dobbiamo ora migliorare in quella offensiva, perché abbiam fatto troppo pochi gol per i giocatori che abbiamo a disposizione, quindi ci siamo concentrati anche su quello, cercando di migliorare questa fase. I ragazzi ne sono consapevoli, quindi siamo pronti ad andare ad affrontare una partita difficile come lo sono tutte in questo campionato, consapevoli di poter dire la nostra, altrimenti non dovremmo neanche partire».

In questo campionato, prosegue il mister, «ci sono molte squadre come la Vastese o il Chieti stesso che fanno pochi gol, ma hanno posizioni di classifica migliori della nostra, perché comunque subiscono poco, e magari vincono poco, dando però continuità di risultati. Ripeto, dobbiamo fare quello che abbiamo provato in allenamento, con la convinzione di poter riuscire a fare quei gol che comunque ci mancano per la qualità che ha questa rosa. Sarebbe già bastato vincere la partita di domenica scorsa per esser qui in una posizione un po’ più serena. Non siamo sereni ma, come detto, non siamo depressi. Siamo pronti a combattere anche per dare una soddisfazione ai nostri tifosi che ci seguono sempre in maniera incredibile, con aspettative importanti, giustamente.

Per quanto riguarda l’infermeria, Ferri Marini è completamente recuperato e disponibile per domenica. Ancora non disponibile invece Lulli, ed out Svarups. Fischio d’inizio ore 14:30.