Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Samb, mister Donati: «Vogliamo che la gente di San Benedetto sia orgogliosa di noi»

Presentati alla stampa mister e DS, che si sono dimostrati molto carichi ed entusiasti per il compito loro affidato. Arriva anche il saluto dell’ex capitano Maxi Lopez che lascia San Benedetto

Da sinistra il DS Porchia, il presidente Renzi e il mister Donati

Si è svolta la tanto attesa presentazione del nuovo Staff tecnico della Samb, composto dal nuovo mister Massimo Donati e dal DS Sandro Porchia, presentati dal nuovo proprietario Roberto Renzi. Tecnico e DS che hanno illustrato il progetto e soprattutto, parlato delle loro emozioni legate ai rispettivi incarichi assegnati dalla società rossoblù, è ripartita da zero dopo una gestione fallimentare che rischiato seriamente di far sparire per sempre il calcio a San Benedetto del Tronto.

Il nuovo mister dei rossoblù Massimo Donati

Queste le prime parole del nuovo tecnico rossoblù Massimo Donati: «Il mio primo pensiero è quello di cogliere questa occasione che mi è stata data. Sono felicissimo per questo. So che dovrò lavorare duro assieme al mio staff per trascinare la gente e creare un gruppo di lavoro veramente importante che porti entusiasmo a noi, alla città. Dopo l’ultimo periodo è giusto che ci sia una squadra che dia tutto in campo. Questo è il nostro primo obiettivo. Vogliamo che la gente di San Benedetto sia orgogliosa di noi, dei suoi giocatori e di tutti quanti. Ho avuto tanti allenatori e da tutti ho preso il meglio. Ho visto anche le cose negative, quelle che non vanno fate, ma questo vale nel calcio come nella vita. Io sono al punto zero e devo costruirmi la strada. Adesso sta a me, ho questa grande occasione, dovrò essere bravo, fortunato, determinato e tanto altro per fare quello che voglio. Voglio fare l’allenatore, sono ambizioso, ho tanta voglia di arrivare in alto e tutto questo parte da qua. Adesso sta a me ed alla squadra fare le cose fatte per bene».

Il nuovo DS della Samb Sandro Porchia

Anche il nuovo DS Sandro Porchia si è presentato alla stampa, delineando quelle che saranno le linee guida per la costruzione della Samb che verrà: «Faremo una valutazione attenta di tutti i ragazzi. Chi arriverà deve avere grandissimo entusiasmo. La maglia della Sambenedettese non deve essere una costrizione ma un motivo di orgoglio. Io ho grandissimo entusiasmo e lavorerò 24 ore al giorno. Nomi e segnalazioni ne arrivano tutti i giorni, con lo staff tecnico valuteremo tutto. Anche se ci piacciono molto i giovani, degli esperti ci saranno sicuramente».     

Intanto giungono i saluti, commossi, anche dell’ex capitano Maxi Lopez che ha voluto dedicare un post personale ai tifosi rossoblù, dopo un’annata difficilissima: «30 giugno. Oggi mi chiudo alle spalle una porta, lasciando dietro di me sofferenze e difficoltà mai patite prima in carriera; ma anche ricordi indelebili di compagni che hanno saputo essere uomini prima che giocatori, uno staff che non si è mai tirato indietro come tutti quelli che hanno lavorato dietro le quinte, tifosi che hanno messo la solidarietà e la passione davanti a tutto. La Samb, San Benedetto e tutti quelli che amano il rosso e il blu rimarranno sempre nel mio cuore. Ora la Samb finalmente ha voltato pagina ed è pronta per una nuova avventura. Dal vostro capitano, GRAZIE e sempre Forza Samb!»

Intanto la società ha comunicato la sede del ritiro della squadra, che si terrà a Sefro, in provincia di Macerata. La preparazione inizierà dalla data del 17 luglio.