Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Samb, Renzi: «Lavoriamo in silenzio, senza assilli. Piena fiducia nel mister e DS»

Il presidente ha ribadito la sua piena fiducia nelle figure appena scelte: mister e DS, che stanno già lavorando sotto traccia per costruire la Samb del futuro. Confermato intanto Federico Angiulli

Il nuovo presidente della Sambenedettese Roberto Renzi

Definiti mister e Ds, la Samb si è messa subito al lavoro per costruire la rosa che affronterà il prossimo torneo di LegaPro, quello che dovrà simboleggiare una vera e propria rinascita per il calcio sambenedettese, dopo la gestione della vecchia società. Mister e DS si sono dimostrati molto carichi e motivati, per cercare di costruire qualcosa di importante e soprattutto per far tornare ad innamorare una tifoseria molto delusa per quanto accaduto che, come ha dichiarato mister Donati, dovrà tornare ad essere orgogliosa della sua squadra e dei suoi giocatori.

Anche il presidente Roberto Renzi si è voluto soffermare sulle scelte fatte e spiegarle chiaramente alla stampa con queste parole: «Come avete avuto già modo di vedere, il mister è maniacale per il calcio. È una persona che se ci stai insieme per 5 ore, 5 ore parla di pallone. Parla di calcio, parla di tutto e vuol controllare tutto. Prima di venire a San Benedetto, è voluto andare a vedere personalmente la sede del ritiro, ha già parlato con fisioterapisti ed altre figure che sembrano sulla carta non importanti, ma lo sono eccome. Io ho parlato di 7 giocatori, sono giocatori che abbiamo visionato e che vogliamo far venire da noi. Abbiamo comunque già le idee chiare su parecchie figure. Stiamo lavorando in tranquillità, in silenzio, senza assilli ed ansia, vogliamo cercare di far bene e non sbagliare. Ora occorre lasciar liberi di lavorare mister e DS, senza fare nomi. Per quanto riguarda il precampionato, cercheremo di fare amichevoli di una certa importanza ma se non ci possono essere spettatori non avrebbe senso. Aspettiamo un attimo e vediamo le prossime direttive, sia per il ritiro che per le presenze allo stadio. La lega ha detto che ci darà una mano anche per queste cose, speriamo innanzitutto di poter arrivare quanto prima alla normalità, ma aspettiamo prima delle comunicazioni ufficiali in questo senso, per poter così programmare anche gli aspetti organizzativi più pratici come biglietti ed abbonamenti».

Intanto, a questo proposito, il patron Roberto Renzi si è recato in Questura per capire e chiedere la riapertura dello stadio “Riviera delle Palme”, per poter riabbracciare quanto prima i tifosi rossoblù, autentico dodicesimo uomo in campo per la Samb, da sempre. È la società stessa che attraverso una sua nota, ha reso noto l’incontro tra il presidente ed il Questore Alessio Cesareo: «Un incontro molto cordiale – le parole del presidente rossoblù durante il quale ho avuto il piacere di conoscere di persona il Questore. Tra i vari argomenti, particolare importanza è stata data alla riapertura degli stadi. La speranza condivisa è quella di rivedere presto al Riviera delle Palme i nostri tifosi».

Il centrocampista rossoblù Federico Angiulli, da lui riparte la Samb che verrà

Intanto, per quanto riguarda il mercato, il DS Sandro Porchia ha già messo a segno un colpo davvero importante, quello della riconferma del centrocampista Federico Angiulli, anima della Samb, che ha anche rifiutato le avances di una società seria ed ambitissima come il Südtirol, negli ultimi anni sempre vicinissima al salto in B. Il centrocampista, classe 1992, ha già indossato le casacche di Valle D’Aosta, Pergocrema, Avellino, Reggiana, Benevento, Pisa, Ternana e Catania, prima di arriva a San Benedetto del Tronto nella stagione 2019/20. Sicuramente, un punto fermo dal quale ripartire con rinnovato entusiasmo.