Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Rugby Jesi, è di nuovo tempo di Go-all

Sabato 22 gennaio, e poi il successivo, appuntamento al campo di via Mazzangrugno per provare gratuitamente l’attività “multisport” di avviamento motorio che, attraverso il divertimento, accompagna i piccoli da 2 a 6 anni

Go-all in campo

JESI – Un doppio sabato di Open Day – il prossimo 22 e il successivo 29 gennaio – per tornare a proporre il successo di Go-all, l’appuntamento “multisport” dedicato ai più piccoli. Al campo di via Mazzangrugno si rinnova l’iniziativa, con la possibilità per tutti di provare gratuitamente: rugby, calcio, basket nel primo corso di avviamento motorio allo sport di base che, attraverso il divertimento, accompagna il bambino nel percorso di crescita da 2 a 6 anni.

Il Rugby Jesi ’70 ha scelto già dallo scorso anno di farsi interprete sul territorio di Go-all. Una decisione premiata, in collaborazione con altre realtà sportive cittadine, da un’ottima risposta nelle adesioni e nell’interesse. Riscontrabile sia nel divertimento di bimbi e bimbe in campo e in palestra, sia nella soddisfazione delle famiglie. Ovviamente, come tutta l’attività di Go-All, gli open day si svolgeranno in totale sicurezza nel rispetto delle normative.

In Go-all, insieme ai piccoli e agli istruttori ci sono tutti “i palloni”: l’ovale del rugby e le sfere del calcio e della pallacanestro, strumenti per lo sviluppo della motricità attraverso la socialità con i coetanei e il divertimento.

Percorsi, giochi e esercizi, secondo una progressione specifica per ciascuna età, promuovono lo sviluppo nel bambino delle abilità di base come l’equilibrio e la coordinazione. Mentre la relazione e il gioco con gli altri migliorano autostima e fiducia nei propri mezzi. Imparare a camminare e correre correttamente, divertendosi coi propri coetanei, rappresenta un’ottima base motoria per quella che poi in seguito potrà essere la scelta di qualsivoglia attività sportiva.

Un progetto che dà risposta all’esigenza di avvicinare all’attività motoria i bambini, svolgendosi attraverso e con il gioco, senza essere indirizzato ad uno sport o una disciplina in particolare.