Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Rugby Jesi ’70, sfuma all’ultimo la gioia contro Modena

Finisce 16-18, con gli ospiti che ribaltano nel finale. «C’è amarezza, volevamo fortemente il primo successo. C'è ancora più voglia di riscatto», dice Enrico Maria Fanesi, autore della meta che aveva fatto sognare i Leoni

Rugby Jesi '70- Modena

JESI – La sua meta, messa a segno nella prima parte della ripresa, aveva permesso a Jesi di rimettere la testa avanti e di accarezzare l’idea della vittoria. Un traguardo sfumato nel finale, davanti alla contro rimonta di Modena fino al 16-18 di chiusura. «C’è amarezza, perché volevamo fortemente questo primo successo ma proprio all’ultimo siamo stati recuperati. La nostra era stata una buona prestazione» commenta Enrico Maria Fanesi, apertura – centro del Rugby Jesi ’70 che la meta del momentaneo 13-10 per i Leoni di casa l’aveva firmata.

«Una marcatura che ha premiato la pressione che avevamo messo sull’avversario- dice Fanesi – ho visto uno spiraglio libero e ho provato, ho intercettato il pallone ed è andata bene. Una bella soddisfazione, punti importanti per la squadra, anche se non sono stati sufficienti per la prima vittoria. Ne avevamo una gran voglia».

Rugby Jesi ’70- Modena

Botta e risposta su calcio piazzato e meta ospite per il 3-10 del primo tempo. Poi la risalita jesina e il 16-13 al momento di affacciarsi sugli ultimi minuti di gara, ribaltato da un’ultima meta, non trasformata, degli emiliani – per buona parte di partita con un uomo in meno- in extremis: l’altalena contro Modena lascia a Jesi qualche rimpianto e un solo punto in classifica. «C’era e c’è- dice Fanesi- voglia di riscatto dopo le sconfitte, in particolare quella molto pesante di Parma. Stiamo man mano riprendendo e non è facile, dopo due anni di pandemia in cui abbiamo quasi sempre fatto solo lavoro fisico senza mai confrontarci con l’avversario. Ma il rugby è la nostra passione e siamo qui a lavorare al meglio per recuperare».

Nel prossimo turno, domenica 12 dicembre, trasferta sul campo del Florentia Rugby, terza forza della classifica. «Appuntamento ancora più impegnativo degli ultimi, ci aspetta una settimana in cui prepararci a dovere e con ancora più voglia di rifarci».

Nell’ultimo fine settimana, rinviata la gara che l’Under 19 avrebbe dovuto giocare con Perugia e a riposo l’Under 17, si segnalano i due successi della Under 15: 19-26 ai danni di Pesaro, 0-26 sui pari età di Ancona. Per la Under 17 femminile, sfida da 4 mete a 4 con Perugia e da 5-8 con la Rappresentativa Marche.

Exit mobile version