Robur Family Basket, la certezza è Roberto Carletti

La società osimana tra le principali del panorama marchigiano in merito al settore giovanile ha riconfermato il responsabile tecnico. Dalle sue parole è stato ufficializzato anche il parco allenatori 2019-2020

Roberto Carletti, responsabile tecnico della Robur Family Osimo

OSIMO- Tante novità e una grande certezza, al suo posto e riconfermatissima. Stiamo parlando di Roberto Carletti, sempre più responsabile tecnico della Robur Family Osimo. Giovani, futuro e prospettiva questi i capisaldi del lavoro, come emerge dalle sue stesse parole che presentano il parco allenatori:

«Il nostro obiettivo è quello di lavorare nell’ottica della continuità, puntando alla crescita dei nostri ragazzi. Partiamo dal gruppo Under 18 che sarà seguito dalla new entry Riccardo Zuccaro, allenatore nazionale con Stefano Vignoni come assistente. Il gruppo è ampliato anche da sette ragazzi provenienti da altre società della provincia ed il nostro scopo deve essere quello di preparare i ragazzi ad affrontare un campionato senior, grazie alle collaborazioni in essere con GS Robur, Basket Auximum e Polisportiva Futura. In ogni caso si punterà a lavorare con intensità e grinta, puntando all’obiettivo play-off.

L’under 16 sarà sempre seguita da Riccardo Campanelli con Mattia Milone come assistente: l’obiettivo è quello della continuità cercando di migliorare i risultati della passata stagione. L’under 15 sara’ guidata dalla new entry Edoardo Carancini con Emanuele Ausili come secondo. Si tratta del gruppo che ha conquistato il titolo regionale U14 regionale, pertanto le aspettative sono buone e si punta a confermarsi nella nuova annata.

L’under 14 Elite sarà sempre seguita da Emanuele Ausili, con Edoardo Carancini come secondo: i ragazzi hanno fatto bene la scorsa stagione arrivando alla fase regionale, quindi crediamo che ci siano i presupposti per fare ancora meglio. L’under 13 sarà guidata da Rossano Torriani con Micheal Bagnarelli come assistente: è il gruppo che arriva dal minibasket quindi all’inizio dovremo lavorare su alcuni aspetti visto il passaggio tra le due fasi.

Quest’anno inoltre avremo la figura di Emiliano Benini che, in qualità di development coach, avrà il compito di lavorare con degli allenamenti individuali sui ragazzi più avanti tecnicamente per farli crescere ulteriormente. La nostra preparatrice fisica sarà sempre Caterina Biondini, ormai una certezza preziosa che completerà il nostro valido staff tecnico».