Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Ristopro Fabriano, coach Pansa: «La vittoria a Montegranaro vale doppio»

Il tecnico cartaio commenta i primi due punti in campionato: «Non era facile con tutte le assenze che abbiamo avuto e i problemi per allenarci». Domenica al PalaGuerrieri contro il Teramo

Lorenzo Pansa, allenatore della Ristopro Fabriano (foto di Marco Teatini)

FABRIANO – «La vittoria che abbiamo conquistato a Montegranaro non vale due, ma quattro». È il commento nel post-partita di Lorenzo Pansa, allenatore della Ristopro Fabriano, che martedì sera all’esordio nel campionato 2020/21 di serie B ha violato per 65-76 il parquet veregrense.

«Abbiamo dovuto affrontare enormi problemi legati al Covid durante le ultime due settimane, per dieci giorni ci siamo allenati con tre giocatori e cinque juniores – racconta il tecnico biancoblù -. Altri tre si sono allenati solo negli ultimi due giorni e sono stati costretti comunque a giocare trenta minuti. Un altro si è riaggregato il giorno stesso della partita. Per tutto questo, sono strafelice della vittoria e della risposta dei ragazzi».

L’inizio negativo di partita (14-5 al 5’ per Montegranaro) aveva fatto temere il peggio, ma poi Fabriano si è ripresa con un break di 3-23 negli ultimi cinque minuti del secondo quarto ed è volata via, raggiungendo anche ventuno punti di vantaggio. 

«Siamo partiti male, non era facile riprendersi dopo quindici giorni senza buoni allenamenti – prosegue Pansa. – Siamo stati bravi a ricompattarci e a riprendere fiducia».

Con tanti “titolari” a mezzo servizio, è stato importante il contributo dei giovani, tra i quali è emerso Gianmarco Gulini, classe 2002, con sedici minuti di sostanza sul parquet e due punti a referto. «Si sta allenando con grande serietà e si è fatto trovare pronto in questo momento in cui abbiamo grande bisogno di lui – dice di lui il coach: – non sa ancora quanto è bravo, mi piacerebbe che fosse più padrone della situazione».

Dopo un mese e mezzo di assenza per infortunio, inoltre, è tornato a giocare Andrea Scanzi e si è subito fatto sentire: 20 punti e 5 rimbalzi. «Scanzi è il nostro “collante”, per la squadra è un grande contributo», aggiunge il coach.

Lo stesso Scanzi ha dichiarato: «Sono contento di essere tornato disponibile dopo tanto tempo, di aver tenuto il campo e della prestazione del gruppo».

Giusto il tempo di rifiatare, sperare nel recupero di qualche altro giocatore (sono ancora “out” Paolin, Misolic e Alibegovic), è già c’è la seconda giornata di campionato da programmare: domenica 6 dicembre esordio casalingo contro la Rennova Teramo reduce da una vittoria sulla Rossella Civitanova (PalaGuerrieri, ore 18, partita “a porte chiuse”).