Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Ristopro ko di uno a Cesena, coach Pansa: «Comunque una gran partita»

Fabriano sconfitta in Romagna nell'anticipo di serie B, con un canestro di Scanzi. La guardia/ala Fontana: «Decisivi gli episodi finali»

Un momento dell'intenso match tra Amadori Cesena e Ristopro Fabriano (foto di Stefano Albanese - Tigers Cesena)

FABRIANO – La Ristopro Fabriano è andata ko per appena un punticino (77-76) nell’anticipo del campionato di serie B (sabato 25 ennaio). Il Carisport di Cesena è rimasto dunque inviolato in questa stagione, grazie ad un canestro in penetrazione di Scanzi a tre secondi dalla fine che ha regalato la vittoria all’Amadori. 

L’ultimo tiro da tre di Petrucci sulla sirena, forse viziato da un fallo (ma probabilmente a tempo scaduto), non è entrato, così la Ristopro si è dovuta inchinare. Fabriano resta a quota 28 punti in classifica, Cesena le si avvicina a 26 (ma la differenza canestri resta favorevole ai cartai). Oggi il resto delle gare.

«È stata una partita bellissima – è il commento del coach fabrianese Lorenzo Pansa – tra due squadre forti, che hanno giocato a viso aperto, con una durezza non comune, una fisicità impressionante. Sapevamo che venire qui, su un campo imbattuto, che è rimasto imbattuto, con Cesena reduce da nove vittorie nelle ultime dieci partite, sarebbe stata una partita durissima».

La Ristopro, sostenuta da oltre duecento tifosi in trasferta, è partita fortissimo andando avanti 6-22 all’8’ minuto, ma poi nel secondo quarto l’Amadori, anch’essa trascinata da un caloroso pubblico, ha risposto da par suo andando al riposo lungo sul 37-36

Da qui in poi, l’equilibrio l’ha fatto da padrone. Fabriano per un attimo è arrivata a +8, ma Cesena ha rintuzzato subito lo svantaggio tornando anche a +3. Nel frattempo i cartai perdono Fratto e Paolin per 5 falli a testa (gli ultimi dei quali piuttosto contestati), mentre Cesena ha già fuori Chiappelli

A 1’ 20” dalla fine il 2/2 ai liberi di Radonjic manda avanti la Ristopro per quella che sembra essere la “stoccata” decisiva (73-76). Ma non è così. L’Amadori si costruisce due possessi consecutivi in attacco, al termine del secondo vengono concessi tre tiri liberi a Scanzi per fallo di Del Testa, anche questo molto protestato dai cartai, convertiti in 2/3 (75-76). Mancano 29”, Merletto perde palla in attacco, la difesa fabrianese non chiude bene su Scanzi che da gran campione trova un pertugio e si infila andando a segnare il 77-76 per Cesena. Ci sono 2” e 4 decimi per un tiro veloce, Garri serve Petrucci la cui conclusione, ostacolata da Planezio, si ferma sul ferro. 

«Credo che la seconda parte del match sia stata di una bellezza incredibile – è la disamina conclusiva di coach Pansa -. Poi, quando alla fine vinci o perdi di uno, sono gli episodi che la decidono. Ma io sono entrato nello spogliatoio e l’unica cosa che ho detto ai ragazzi è stata “bravi”. Quando perdi girano sempre le scatole, ma come allenatore torno a casa da questa trasferta molto più contento rispetto magari a delle vittorie ottenute sul finale del girone d’andata».

Tra i singoli, la Ristopro Fabriano ha l’ennesima “doppia doppia” da Radonjic (21 punti e 10 rimbalzi), in evidenza anche Petrucci (contro Cesena probabilmente le sue due migliori partite stagionali) e Fontana sempre più inserito nei giochi biancoblù.

Proprio da Fontana arrivano altre dichiarazioni sulla partita. «Abbiamo concesso alcuni rimbalzi offensivi di troppo e forse avremmo dovuto spendere qualche fallo in più per fermare le loro penetrazioni – è il giudizio della guardia/ala biancoblù, che poi con filosofia conclude -: la partita l’anno decisiva gli episodi, l’ultimo tiro di Scanzi nel finale, come già avvenuto per noi in passato aver vinto con l’ultimo tiro».

Giusto il tempo di disfare il borsone che già bisogna tornare in palestra: mercoledì 29 gennaio è in arrivo un turno infrasettimanale in cui la Ristopro Fabriano giocherà in casa contro l’Adriatica Press Teramo (PalaGuerrieri, ore 21). 

AMADORI CESENA – RISTOPRO FABRIANO = 77-76

AMADORI CESENA – Frassineti 19 (5/12, 1/2), Papa 16 (5/8, 1/3), Planezio 12 (3/5, 2/5), Scanzi 7 (1/4, 1/3), Chiappelli 7 (2/2, 1/5), Trapani 6 (0/2, 2/4), Battisti 4 (2/5, 0/2), Brkic 4 (2/5, 0/1), Hajrovic 2 (1/1), Rossi ne, Guidi ne. All. Di Lorenzo

RISTOPRO FABRIANO – Radonjic 21 (4/4, 3/5), Petrucci 14 (3/5, 2/8), Fontana 11 (4/6, 1/4), Merletto 7 (0/2, 1/2), Garri 7 (1/3, 0/2), Fratto 7 (2/5, 0/2), Paolin 6 (2/2 da due), Del Testa 3 (1/2 da tre), Cicconcelli ne, Cianci, Pacini ne. All. Pansa

ARBITRI – Francesco Venturini di Lucca e Diletta Bandinelli di Perugia

PARZIALI – 12-22, 25-14, 19-19, 21-21