Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Ristopro Fabriano, si cambia: Kurt Cassar al posto di Bozo Misolic

Novità sotto canestro per la squadra biancoblù. Ex Orzinuovi, 21 anni, 208 centimetri: «Fabriano è una piazza con obiettivi ben chiari, sono sceso in B per provare a conquistare più minuti in campo»

Il lungo maltese Kurt Cassar, nuovo giocatore della Ristopro Fabriano, con la maglia di Orzinuovi da cui proviene

FABRIANO – La Ristopro Fabriano (5 vinte e 2 perse finora nel campionato di serie B di basket) continua a cercare la quadratura nel reparto lunghi. Esercitando una clausola di uscita dal contratto, la società del presidente Mario Di Salvo ha salutato il pivot Bozo Misolic e al suo posto ha inserito in organico il pariruolo Kurt Cassar

Bozo Misolic, arrivato a Fabriano i primi di ottobre per sostituire a sua volta Tarik Hajrovic, durante la permanenza in biancoblù ha dovuto fare i conti con una distorsione alla caviglia prima e con tre settimane di Covid poi che non lo hanno certo aiutato. In totale, per lui, 4 partite giocate in SuperCoppa (3,5 punti e 2,2 rimbalzi di media) e 5 in campionato (2,6 punti e 3 rimbalzi di media). 

Kurt Cassar è un pivot di 208 centimetri, classe 1999, maltese con formazione italiana presso la Stella Azzurra Roma. Ha iniziato questa stagione in serie A2 a Orzinuovi (6 gare giocate, 1,2 punti di media), lo scorso anno era a Torino (A2) e nel 2018/19 a Piacenza (A2) quando ha fatto registrare il suo miglior rendimento: 4,8 punti e 2,6 rimbalzi.

«Fabriano è una piazza con degli obiettivi ben chiari, sono sceso in serie B per provare a conquistare più minuti in campo – sono state le prime parole in biancoblù di Cassar. – Conosco quasi tutti per averci giocato contro, di persona conosco Denis (Alibegovic, nda) e Tosho (Radonjic, nda), ho vissuto insieme a loro alla Stella Azzurra e finalmente ci siamo ritrovati a giocare e divertirci insieme».

Kurt Cassar è già a Fabriano a disposizione di coach Lorenzo Pansa in vista del prossimo match in programma domenica 24 gennaio al PalaGuerrieri con la Sutor Montegranaro».