Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Ristopro Fabriano “incerottata” riceve la forte Cividale

Tutto pronto per il match di “recupero” per i cartai al palasport di Cerreto, la nuova “casa” biancoblù dopo la chiusura del PalaGuerrieri

Gianmarco Gulini della Ristopro Fabriano in azione (foto di Marco Teatini)

FABRIANO – Si gioca stasera (28 aprile, ore 19) il primo dei quattro match che la Ristopro Fabriano deve recuperare, precedentemente rinviati a causa del “focolaio” di Covid che per un mese ha attanagliato i cartai. E sarà anche il primo incontro che la Ristopro giocherà nella sua nuova “casa”, il palasport di Cerreto d’Esi, dopo la chiusura del PalaGuerrieri per problemi strutturali. L’avversario di turno e la Gesteco Cividale del Friuli allenata da coach Stefano Pillastrini. 

«Una squadra costruita per il vertice, profonda e atletica», la descrive coach Lorenzo Pansa. La Gesteco è prima in classifica con 30 punti, Fabriano ne ha 26 ma con tre partite in meno dei friulani. Quindi l’incontro di stasera è importante, per i cartai, per continuare a tenere una finestra aperta sul vertice. Ma coach Pansa dovrà rinunciare a due infortunati, Garri e Paolin (entrambi alle prese con guai alle caviglie), e fare i conti con una condizione atletica generale ancora lungi dall’essere al “top”, dopo il lungo periodo di stop per Covid che ha coinvolto ben undici atleti.

«Sarà un match moto difficile – prosegue il tecnico fabrianese – lo sarebbe stato anche in condizioni normali… figurarsi così. Dovremo essere bravi a rompere il loro ritmo e ritrovare fluidità nel gioco».

La Ristopro viene da una sconfitta a Mestre subita domenica sera per 68-62, mentre la Gesteco ha superato Ancona dopo un supplementare per 80-69.

Palla a due alle ore 19, gara a porte chiuse, diretta sulla piattaforma a pagamento Lnp Pass.

Arbitreranno l’incontro i signori Antonio Giunta di Ragusa e Federico Berger di Roma.