Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Ristopro Fabriano in finale, coach Pansa: «É stata un’impresa»

Il bomber Marulli: «Fondamentale la spinta del pubblico». Il capitano Merletto: «Siamo in finale contro Cividale ed è bellissimo». Si comincia domenica con gara-1 in casa

Roberto Marulli mentre si infila nella difesa di San Vendemiano (foto di Marco Teatini)

FABRIANO – «Non so quante squadre sotto con uno 0-2 subìto in casa nella serie di semifinale, siano poi riuscite a ribaltare la contesa 3-2, tra l’altro essendo in svantaggio di -19 a metà del terzo quarto dell’ultima partita… e andare in finale. Ebbene, lo dico sinceramente, non so come abbiamo fatto, ma noi ci siamo riusciti e l’importante è questo». 

Coach Lorenzo Pansa, allenatore della Ristopro Fabriano, commenta così il successo della sua squadra per 68-62 alla “bella” contro la Rucker San Vendemiano. 

«E’ stata un’impresa, non ci sono altre parole per definirla – prosegue Pansa -. Perché, lo ricordo sempre, tutti noi siamo stati chiusi in casa con il Covid per un mese dal 24 marzo al 24 aprile, e potete immaginare cosa significa un mese di stop dall’attività agonistica per una squadra sportiva, quanti strascichi comporta e quante conseguenze ancora ne paghiamo. Eppure ci siamo ripresi, abbiamo chiuso al primo posto in regular season e abbiamo raggiunto la finale. Sono orgoglioso di questo gruppo, fatto di ragazzi che non mollano mai».

E a proposito della decisiva gara-5, il coach aggiunge: «Siamo partiti contratti, non riuscivamo a fare niente di quello che avevamo preparato, niente. Forse sentivamo un po’ di pressione. A metà del terzo quarto, quando siamo finiti sotto di 19 punti, è stato uno shock. A quel punto c’è stata una scintilla nella testa dei ragazzi, è cambiata l’interpretazione della partita. E l’abbiamo vinta».

«Siamo in finale ed è bellissimo – aggiunge il capitano Daniele Merletto, tra i fautori della riscossa in gara-5. – Ci tengo a fare i complimenti alla Rucker, che è stato un avversario molto difficile. Noi siamo una squadra molto unita e si è visto nei momenti di difficoltà».

«Però la prossima volta speriamo di non dover recuperare da meno venti… – scherza di rimando Roberto Marulli, top-scorer di giornata con 22 punti – perché poi le energie iniziano a scarseggiare… La partita? Finalmente si è potuto sentire il calore del pubblico (225 spettatori ammessi alla partita secondo le normative anti-Covid, nda), i tifosi ci hanno dato una grande mano a rimontare».

E adesso la finale per la promozione in serie A2 contro la Gesteco Cividale del Friuli di coach Stefano Pillastrini, anche questa serie al meglio delle cinque partite. Fabriano avrà il vantaggio del campo: si comincia domenica 13 giugno in casa, al palasport di Cerreto d’Esi (orario da definire).