Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Basket, la VL ci prova ma dura un tempo. Bologna chiude la serie 3-0

Per i primi due quarti la VL resta aggrappata alla partita ma poi Bologna ne ha di più e scappa via nel secondo tempo. È 3-0 e serie finita

55-75 Virtus il finale di gara

PESARO- Niente da fare per la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro che deve arrendersi alla forza di Bologna anche in gara 3. Primo quarto pieno di intensità e con le due squadre che si rispondono colpo su colpo. Bologna dimostra subito di essere arrivata a Pesaro con la chiara idea di chiudere la serie e piazza subito un parziale di 8 a 0 al quale però la VL risponde segnando 7 punti consecutivi. Virtus molto precisa da tre punti con 5 triple realizzate su 6 tentativi nel primo periodo di gioco ma la VL trova con Lamb dalla panchina 7 punti consecutivi e alla fine dei primi dieci minuti il punteggio dice 21 a 19 in favore della Virtus Bologna.

Nel secondo quarto parte molto bene la VL che scava il primo mini allungo (29-23) con una giocata da 4 punti firmata da un Lamb in grande serata e un bel canestro di Zanotti. Carpegna Prosciutto che spinta dal suo pubblico (più di 7000 presenze alla Vitrifrigo Arena) mette grande intensità sul parquet di gioco. La Virtus trova risorse nel grande ex della partita Daniel Hackett. L’ex VL è il faro dell’attacco bolognese nel corso del primo tempo e lo dimostra con 9 punti nei suoi primi dieci minuti in campo. Nel finale di secondo quarto nella VL si sblocca Sanford con 4 punti consecutivi ai quali però risponde Jaiteh dall’altra parte in casa bolognese. Il tap-in di Weems a 30″ dalla fine porta le squadre a riposo in perfetta parità a quota 35 punti.

Il terzo quarto si apre meglio per Bologna che trova canestri ancora con i soliti Hackett e Jaiteh e lancia l’allungo sul +8 (41-49) a quattro minuti dalla fine del terzo periodo. La VL fatica a ritrovare il ritmo in attacco e fioccano errori al tiro oltre a qualche palla persa di troppo. Due tiri liberi di Weems regalano per la prima volta la doppia cifra di vantaggio a Bologna sul +10 ma Moretti segna una tripla che da respiro a Pesaro. La Virtus però spinge sull’acceleratore ed entra in partita anche Marco Belinelli. L’ex Nba prima segna una tripla e poi trova tre tiri liberi che diventano addirittura quattro a causa del fallo tecnico rimediato da Banchi. Dalla lunetta il giocatore delle V Nere fa 3/4 ma è +14 sul 59-45 a fine terzo quarto. Il quarto e ultimo periodo è di completa gestione e amministrazione per la Virtus. Bologna controlla largamente il risultato allungando anche a +18 a tre minuti dalla fine. Alla fine della partita il punteggio è anche troppo amaro per la Carpegna Prosciutto che perde di 20 lunghezze 55 a 75.

Pesaro che paga ancora una volta un secondo tempo sottotono dovuto alla mancanza di energie. Bologna negli ultimi due quarti domina con un parziale complessivo di 40 a 20. La VL esce sconfitta ma tra gli applausi del pubblico pesarese riconoscente per quello che ha fatto la squadra biancorossa in questa stagione, soprattutto nella seconda parte, dove sono arrivate tante vittorie e il ritorno ai playoff dopo un’assenza lunga dieci anni. Passa Bologna che si dimostra una vera e propria corazzata e favorita numero uno alla vittoria finale dello scudetto. La Virtus in queste tre partite non ha mai schierato il suo miglior giocatore (Teodosic) lasciato sempre a riposo per i prossimi turni a testimoniare la superiorità del roster bolognese. Ora in casa VL è tempo di riposare e solamente nelle prossime settimane si inizierà a programmare la stagione 2022/23.