Sport

Superlega, Trento-Civitanova finale scudetto: cresce l’attesa per gara 5

In una stagione piena di colpi di scena, si accedono le luci sull’ultimo atto, il più importante, quello inappellabile che assegna lo scudetto maschile. La Cucine Lube sarà ancora senza Zaytzev nell'ultimo atto sul campo di Trento

Mercoledì alle 20.30 gara 5 che assegna lo Scudetto

CIVITANOVA M. – Tutto pronto (o quasi) per il match che mercoledì a Trento alle 20.30 chiuderà la stagione 2022/23. La partita tra Itas Trento e Cucine Lube Civitanova vale una stagione. I cucinieri ci arrivano di rincorsa, dopo aver annullato un match point agli avversari vincendo gara 4 e allungando la serie a questo ultimo e inappellabile atto.

Tutto in una sera, quindi, con invitati ma assenti almeno in campo Lisinac e Zaytzev. L’assenza dell’opposto azzurro ha costretto coach Blengini ad un nuovo cambio di assetto proponendo una Cucine Lube con i tre schiacciatori e Nikolov schierato da opposto e Bottolo in campo. In gara 4 però c’è stato bisogno di Gabi Garcia per avere ragione dei trentini.

Se nel dopogara di Civitanova coach Blengini aveva parlato di «squadra solida» e «capace di battere bene in diversi momenti della partita». Se Yant dovesse essere alla BLM Group Arena lo stesso visto venerdì sera allora tutto può davvero accadere».

Civitanova dipende inevitabilmente dalla prestazione della sua ricezione e quindi, ancor prima, dalla prestazione al servizio degli avversari. Con una Itas fallosa e non troppo incisiva dai 9 metri, De Cecco potrebbe fare il suo gioco e tenere vivo l’entusiasmo di tutti gli attaccanti. Diversamente, considerando anche il pubblico tutto per i bianchi di casa, se si eccettua la rappresentanza in maglia rossa che accompagnerà la squadra, la coperta sarebbe corta e le soluzioni di palla alta tutte da verificare sotto l’aspetto dell’efficacia. Ormai non ci sono segreti e il piano partita è chiaro. Giocare una partita senza appello fa tremare le gambe. Il coach Lorenzetti è all’ultima recita sulla panchina di Trento e vorrà congedarsi col botto. Per la Cucine Lube, già andata oltre le aspettative, c’è quell’inscalfibile DNA di squadra e società abituata a giocare la finale scudetto, è la 6’ di fila che sicuramente ha un peso, e poi scucire il tricolore dalla maglia considerando che sta così bene sulla casa dei cucinieri sembra un peccato estetico oltre che sportivo.

Appuntamento per la diretta su RaiSport.

Intanto la Vero Volley Monza ha vinto i playoff di Challenge Cup a spese di Perugia che è fuori dalle Coppe. In Champions ci saranno le due finaliste per lo scudetto più la Gas Sales Piacenza che ha battuto Milano nella finale per il 3’ posto che sarà invece in Cev Cup.

Ti potrebbero interessare