Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

SuperLega, Semifinali Scudetto: la Cucine Lube cade a Trento

Si complica la corsa della squadra di Blengini alla conferma del tricolore. Dopo due partite contro Trento i cucinieri non hanno vinto ancora un set

La Cucine Lube è battuta a Trento in gara 2

TRENTO – In Gara2 di semifinale Scudetto la Cucine Lube Civitanova ancora senza Juantorena, cede i tre punti e i tre set ai padroni di casa dell’Itas Trentino con parziali a 20-21-23 e ora, per ribaltare la serie, dovrà vincere le prossime 3 partite.

Trento si conferma in uno splendido momento di forma psico-fisica e, spinta dall’ulrlo del proprio pubblico, ha vinto con merito. Giovedì 21 aprile alle ore 20.30 all’Eurosuole Forum si gioca gara 3 e per i cucinieri è già l’ultima spiaggia. Se la Cucine Lube perde ancora è fuori. L’altra semifinale tra Perugia e Modena è invece sul 1-1 con le vittorie esterne di entrambe le formazioni nelle prima due partite.

Padroni di casa più incisivi in attacco (53% contro il 47% biancorosso) e nella correlazione muro-difesa con 8 block a 4 e tanti palloni toccati. Gialloblù avanti anche negli ace (4-3). Sbertoli viene votato MVP del match, mentre il top scorer è un biancorosso, Zaytsev, che si consola con 13 punti personali. Yant si accende a sprazzi (11 punti) ma fatica in ricezione. Simon dà un contributo in attacco, mentre Lucarelli vive una serata difficile.

Trento parte forte e fa corsa di testa chiudendo con Kaziyski alla seconda palla set 25-20.

Il secondo parziale si accende nella fase finale Sul 22-21 Zaytsev attacca out (23-21) e Trento chiude su ace di Lavia 25-21.

Nel terzo atto Blengini gioca la carta Kovar per Yant. Trento mantiene un paio di lunghezze di vantaggio fino all’ace del pari di De Cecco a quota 22. Un attacco di Trento e un’invasione della Lube mandano l’Itas sul 24-22. Il solito Kazyiski chiude alla seconda palla match 25-23.

ITAS TRENTINO: Kaziyski 12, D’Heer ne, Michieletto 8, Sbertoli 2, Cavuto ne, Pinali, Albergati ne, Lavia 12, Zenger (L), Podrascanin 6, Lisinac 8, Sperotto ne, De Angelis (L) ne. All. Lorenzetti

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Garcia Fernandez 1, Kovar 2, Sottile ne, Marchisio ne, Juantorena ne, Jeroncic (L) ne, Balaso (L), Lucarelli 4, Zaytsev 13, Diamantini, Simon 10, De Cecco 1, Anzani 5, Yant 11. All. Blengini

Arbitri: Puecher (PD) e Florian (TV)

Parziali: 25-20 (24’), 25-21 (26’), 25-23 (28’). Totale 1h 18’.

Per Osmany Juantorena disponibile ai microfoni ma non in campo per il problema alla spalla «È difficile commentare una sconfitta come quella di stasera. Bisogna essere onesti, abbiamo giocato male, tanto che Trento per vincere 3-0 non ha dovuto far nulla di speciale. Purtroppo siamo questi, ora non riusciamo a giocare di squadra, commettiamo tanti errori, siamo bloccati mentalmente. Ora la situazione nella serie è davvero molto difficile, però dobbiamo essere consapevoli del fatto che non è ancora finita e provare a giocare di gruppo, con la testa, senza l’ansia palpabile delle prime due gare. Io vorrei tanto poter giocare queste partite, ma purtroppo quest’anno è così: ho un problema che non mi permette di attaccare da dieci giorni ed è dura recuperare”.