Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Pallavolo, in Serie A1 poche giocatrici ma molti tecnici marchigiani

Ben 4 allenatori marchigiani sono in corsa per i playoff scudetto: Mazzanti, Gaspari, Pistola e Bertini tengono alta la bandiera delle Marche nel volley femminilie. Stasera Gaspari può alzare la Coppa

Marco Gaspari, tecnico della Saugella Monza

MAROTTA – Pur tra mille problemi di Covid sono in corso i playoff scudetto in serie A1 Femminile. Persa in estate la Lardini Filottrano, unica squadra marchigiana in massima serie per tre stagioni, la pallavolo marchigiana si gode i suoi tecnici, più numerosi delle giocatrici.

Sono 4 gli allenatori che sono in corsa per ambire al tricolore ma, senza nulla togliere alle loro capacità, nessuno di loro potrà farcela in questa stagione.

La città di Marotta offre addirittura al palcoscenico della grande pallavolo due rappresentanti.

Il CT della Nazionale Davide Mazzanti da qualche mese è sulla panchina della Bartoccini Perugia. L’altro marottese Matteo Bertini è sulla panchina della Delta Trentino.

A completare la pattuglia ci sono altri due tecnici, ormai degli habituè della serie A1: Andrea Pistola da Montemarciano è fresco di conferma di contratto per un’altra stagione alla Bosca Cuneo.

Poi c’è Marco Gaspari da Collemarino, figlio del grande ex arbitro Luciano, che a Monza sta facendo benissimo.

La sua Saugella stasera a Istanbul, sul campo del Galatasaray, si gioca alle ore 18.00 diretta sul canale youtube della CEV, il ritorno della Finale della CEV Cup 2021. Alla squadra guidata da Marco Gaspari basterà quindi vincere due set per portarsi a casa il secondo trofeo continentale della propria storia. Le brianzole sono ancora imbattute nel loro cammino nella seconda manifestazione europea per ordine di importanza.

Nei Playoff scudetto nel derby, Mazzanti (Perugia) ha battuto Pistola (Cuneo) nell’andata degli ottavi, mentre Bertini (Trento) ha perso a Firenze 3-1. Mercoledì 24 marzo i ritorni.

Gaspari (Monza) invece è già ai quarti dove attende la vincente tra Chieri e Casalmaggiore.