Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Pallavolo, La Nazionale Femminile è in Finale per l’oro Europeo

La squadra dei tecnici marchigiani Mazzanti e Bertini supera l’Olanda (3-1) e sfida la Serbia per il titolo Europeo. Bene i maschi all’esordio contro la Bielorussia

Paola Egonu guida l'attacco dell'Italia agli Europei

BELGRADO – Un’ottima Italia, distratta solo nel 3’ set, ha superato 3-1 la temibile Olanda staccando il pass per la finale che assegnerà il titolo continentale. Si gioca sabato alle 20 su Rai3 contro le fortissime serbe, campionesse del mondo in carica.

Si alza il livello delle avversarie ma l’Italia allenata dal duo marchigiani Mazzanti e Bertini prosegue nella striscia vincente dimostrando anche di saper uscire da un momento delicato come quello che, sul 9-9 del 3’ set ha costretto le nostre a subire un break pesante. Primi due set invece dominati. Perso il set la squadra è ripartire con Mazzanti che ha scelto Gennari per Sylla dando solidità alla 2’ linea e confermandosi a muro su altissimi livelli.

Italia – Olanda 3-1 (25-19; 25-17; 16-25; 25-18)

Quarto set dominato e biglietto di sola andata pe rla finale contro le padrone di casa. Per il bronzo si sconteranno Olanda e Turchia.

Bene anche l’esordio della Nazionale Maschile che, ad Ostrava, ha esordito agli Europei superando la Bielorussia senza problemi per 3-0 con parziali a 18-12-15.

Buonissima la prestazione degli azzurri e di Balaso ed Anzani, giocatori della Cucine Lube Civitanova selezionati da coach Ferdinando De Giorgi per riscattare, anche in questo caso come per le ragazze, il torneo olimpico avaro di soddisfazioni.

Sabato giornata di riposo per gli azzurri, che torneranno in campo domenica alle ore 19 contro il Montenegro (diretta TV su Rai Sport + HD e DAZN)

Per Simone Anzani, centrale «E’ sempre bello partire bene, con questo animo, sono contento dell’approccio, abbiamo aggredito gli avversari con costanza e a parte l’inizio del terzo set a mio avviso abbiamo giocato davvero una buona gara portando a casa il risultato senza troppe difficoltà. Avendo iniziato da poco dobbiamo preparare le gare esclusivamente pensando a noi, a prescindere da chi c’è dall’altra parte della rete, abbiamo ottimi elementi e sappiamo di poter far bene. Importante è continuare a lavorare con costanza e intensità».