Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Pallavolo, l’Italia senza Giannelli cede alla Polonia nettamente

La squadra di Blengini ha perso 3-0 contro i campioni del mondo. Zaytzev ancora in ombra ma Leon e compagni sono sembrati nettamente più in forma di Juantorena e compagni

Il muro dell'Italia non ha fermato i formidabili polacchi

TOKYO – Nulla da fare per l’ItalVolley maschile che ha ceduto 3-0 ai campioni del mondo della Polonia sorpresi all’esordio dall’Iran e oggi concreti e concentrati. Prestazione in salita già dall’avvio con il forfait di Giannelli per un risentimento muscolare accusato nel 3’ set contro il Canada e dal quale non ha completamente recuperato. Sbertoli in regia non sfigura.

Avvio deciso dei campioni del mondo allenati da Heynen, ex tecnico di Perugia, esonerato durante la serie di finale contro la Cucine Lube. L’ex biancorosso Kurek è una sentenza, la ricezione è su percentuali stellari e Leon fa il Leon.

Il 1’ set è tutto per i polacchi che vanno avanti 11-7, l’Italia non molla ma, non torna mai veramente in scia cedendo 25-20. Nel 2’ set l’Italia va sotto ma recupera sul 23 pari, momento clou del match e allunga il set ai vantaggi. Juantorena non riesce a chiudere mentre il sestetto polacco è implacabile capitalizzando alla seconda occasione. Nel 3’ set, dopo l’iniziale equilibrio, la Polonia allunga decisamente 26-24. Blengini inserisce Vettori per Zaytzev. Il finale è già scritto 25-20 così come la prima sconfitta olimpica per la squadra allenata dal Ct della Cucine Lube, costretta ad arrendersi ad una Polonia impeccabile. Nessun azzurro in doppia cifra. Leon e Kurek 32 punti in 2.

La prestazione dei biancorossi: Coach Blengini ha dovuto fare i conti con l’assenza del suo palleggiatore titolare. Zaytzev, apparso in leggera crescita rispetto al Canada, è lontano dalla migliore condizione. Juantorena e Anzani hanno fatto il possibile ma contro Leon e compagni c’è stato poco da fare.

ITALIA – POLONIA 0-3 (20-25, 24-26, 20-25)

Prossimo impegno mercoledì 28 luglio alle 12.40 contro i padroni di casa del Giappone, match da vincere ad ogni costo.