Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Pallavolo Femminile, Castelbellino e Moie sono una cosa sola. Accordo per la B1 senza sorprese

Moie e Castelbellino hanno scelto di unire le forze per mantenere la pallavolo femminile della media vallesina. Panchina a Luca Secchi

da sinistra Aurelio Mazzarini, Paolo Giardinieri e Gianfranco Amburgo artefici dell'accordo

L’accordo c’è e, considerando quello che è accaduto meno di un mese tra Lardini Filottrano e Cbf Balducci Macerata, i molti rumors non erano garanzia che tutto sarebbe stato messo nero su bianco. La fusione in questione è questa tra Castelbellino e Moie geograficamente vicinissime, molto più di Macerata e Filottrano ovviamente, e convintamente decise a mettere insieme le forze per tenere la pallavolo della media vallesina in B1 femminile. Anche la scelta della guida tecnica è definita con il tecnico sardo Luca Secchi pronto ad assumere le redini del nuovo soggetto.

Fantasiose le ipotesi legate al nome del nuovo soggetto sportivo, non certo la priorità quando ci sono in ballo tanti soldi e il destino di due realtà sportive stimate ed apprezzate nel panorama sportivo nazionale. Si parla di MoCa o di CastelMoie, mentre sui colori sociali pare che non ci sarà discussione con il bianco, rosso e blù che richiamano entrambe le realtà a rappresentare il vessillo della squadra.

Nella logica della completa parità dovrebbe accadere anche che si giochi il girone di andata “ospiti” dell’una e il ritorno dell’altra. A dirlo sono stati gli stessi dirigenti nel corso di una sorta di conferenza stampa online tenuta presso la Biblioteca la Fornace di Moie.

«Si passa dall’io al noi – hanno spiegato i presidenti Mazzarini e Amburgo – superando qualsiasi tipo di rivalità» che dalla vicinanza hanno saputo accrescere una passione mai sopita. Grande protagonista anche Paolo Giardinieri. L’obiettivo è dare continuità al percorso sportivo anche a livello di prima squadra come già accaduto con piena soddisfazione per il settore giovanile.