Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Pallavolo, definiti i gironi di A2F. Si parte in 23 ma senza marchigiane

Dopo aver festeggiato due promozioni in due anni in massima serie, la serie A2 femminile è orfana di formazioni nostrane dopo il mancato approdo in cadetteria dell’ambiziosa e rinnovata Clementina

L'excapitano della Cbf Balducci Ilenia Peretti rinforza la Pieralisi Jesi

JESI – La consulta dei Presidenti di A2 Femminile ha deciso la composizione dei gruppi della prossima stagione. A prevalere è stato il criterio geografico. Ammesse 23 formazioni, 22 richiedenti più il Club Italia (nazionale giovanile femminile), invece delle 24 previste. Evidentemente tutte le problematiche relative all’omologa dei campi di gioco di gran parte delle formazioni sono state risolte ma non è avvenuto alcun ulteriore ripescaggio.

Nel presentare il campionato il presidente della Lega Volley Femminile Mauro Fabris ha confermato la volontà di mantenere in chiaro e gratuitamente la visione di tutte le partite di A2 tramite youtube «valorizzando – ha detto – l’intero prodotto del volley femminile italiano e regalando una visibilità inimmaginabile per l’A2. Siamo alla vigilia di cambiamenti importanti nell’organizzazione e per il futuro del nostro movimento di vertice».

La stagione comincerà nel weekend del 22-23 ottobre. Quello che lascia perplessi è, come al solito la composizione dei gironi in questo campionato. Nella passata stagione, il girone della Cbf Balducci poi giunta seconda, era nettamente di maggior valore tecnico rispetto all’altro girone, cosa poi puntualmente confermatasi nei playoff con le vittorie nonostante il fattore campo a sfavore. Quest’anno più evidente è la disparità di costi di trasferta tra le partecipanti al Girone A e al Girone B.

Le squadre inserite nel GIRONE A, infatti, sono 7 lombarde compreso il Club Italia che gioca al Centro Pavesi di Milano, due emiliane, una trentina, una piemontese e una sarda. Nel dettaglio: Club Sportivo Alba Como (CO), Futura Volley Giovani Busto Arsizio (VA), Idea Volley Sassuolo (MO), Itas Trentino (TN), LPM Pallavolo Mondovì (CN), Montale Pallavolo Castelnuovo Rangone (MO), Pallavolo Lecco A. Picco (LC), U.S. Esperia Volley 1961 Cremona (CR), Volley Hermaea Olbia (SS), Volley Millenium Brescia (BS), Volley Offanengo 2011 (CR), Club Italia. Il livello tecnico è molto alto con Mondovì che cercherà di vendicare la sconfitta in finale promozione contro la Cbf, Brescia, Busto Arsizio, Trento senza escludere eventuali outsider.

Nel GIRONE B ci sono solo 11 squadre ma si viaggia decisamente di più, addirittura da Udine a Marsala, con due friulane, due venete, una romagnola, una umbra, due laziali, una calabrese e due siciliane. Roma ha fatto un mercato stellare, in Friuli si sono mossi bene ma il livello complessivo, roster alla mano, si annuncia più equilibrato verso il basso con tante atlete giovani. Nel dettaglio le partecipanti sono Akademia Sant’Anna Messina (ME), Assitec Volleyball Sant’Elia (FR), Marsala Volley (TP), Pallavolo Perugia (PG), Polisportiva A. Consolini S.G. in Marignano (RN), Polisportiva Libertas Martignacco (UD), Roma Volley Club (RM), Unione Volley Montecchio Maggiore (VI), Vicenza Volley (VI), Volley Soverato (CZ), Volley Talmassons (UD).

Le Marche del volley sperano che per una tra Clementina 2020, Pieralisi Jesi e Corplast Corridonia ci sia vera gloria ma anche che le due marchigiane di A1 restino in massima serie. Le maggiori aspettative sono nei confronti della Clementina che è ripartita dal coach piemontese Mucciolo con l’opposta Gotti e la schiacciatrice Pizzichini confermate, la nuova palleggiatrice Villani, il libero Falcone, le centrali Valentini e Catani e la rientrante schiacciatrice Ciccolini. La Battistelli Termoforgia ha sfiorato prima la promozione e poi i playoff, ma per ambire alla seconda fase e alla A2 occorre fare i conti con almeno 3-4 contendenti agguerrite. La Pieralisi punta a una stagione più positiva della precedente con la diagonale Peretti-Pirro mentre Corridonia vuole una salvezza tranquilla.