Sport

Pallavolo, La Cbf Balducci chiude un anno comunque da ricordare

La storica promozione in A1 e la brutta partenza in campionato per le carenze di organico rendono il bilancio della società arancionera comunque in positivo e con prospettive buone per il 2023

Alessia Fiesoli, capitano della Cbf Balducci Macerata

MACERATA – Proveremo a tutti i costi a conquistare la salvezza e a rimanere in A1. Ecco il patto siglato da società, staff, squadra e tifosi che hanno gioito per il ritorno di Macerata nell’olimpo del volley femminile dopo 40 anni e che non vogliono essere una meteora.

La brutta serata di Santo Stefano con la sconfitta netta nel derby che ha chiuso il girone di andata della neopromossa Cbf Balducci Macerata deve essere da stimolo per ripartire nel ritorno con nuova convinzione e determinazione. Ne è convinto Massimiliano Balducci che guida il Cbf Balducci Group e che non solo è main sponsor della Helvia Recina Volley ma ne è anche il primo tifoso. «Chiudiamo un anno comunque eccezionale che resterà nella storia dello sport della città di Macerata – dice Balducci -. Come società e come sponsor stiamo facendo di tutto per creare le condizioni migliori perché si profili un’altra impresa sportiva pari alla promozione, perché di questo si tratterebbe se riuscissimo a raggiungere l’obiettivo salvezza».

Protagonista di questo anno solare, sia nel trionfo del salto di categoria sia nei primi passi in Serie A1 che l’hanno vista sempre in campo da titolare, il capitano delle arancio-nere, Alessia Fiesoli. Per la schiacciatrice toscana si chiude un 2022 decisamente da ricordare «È stato un anno super, perché la promozione è arrivata un po’ a sorpresa, eravamo una squadra consapevole di poter ottenere ottimi risultati in A2 ma non di essere la favorita per la vittoria; quindi, raggiungere la Serie A1 è stata una soddisfazione doppia. Portare Macerata nel massimo campionato è stato incredibile, anche per me visto che dopo due finali raggiunte ma perse stavolta ho centrato l’obiettivo. Posso dire che si tratta proprio di un 2022 da incorniciare». Alessia Fiesoli guarda poi alla stagione in corso e al futuro nel 2023: «Siamo partite sapendo che sarebbe stato difficile giocare in A1, vivere tutti i giorni con una situazione di classifica complicata è tosta ma ci auguriamo che il nuovo anno possa portarci vittorie e felicità. Le sconfitte con Pinerolo e Vallefoglia ci hanno dato una bella batosta perché ci aspettavamo prestazioni migliori e invece abbiamo sbagliato due gare importanti. Ci godiamo questi giorni di pausa per il morale e per il fisico e dal 2 gennaio ripartiamo cariche di motivazioni per il girone di ritorno. Sicuramente l’ingresso a pieno regime di Laura Dijkema e l’arrivo di Claire Chaussee daranno un apporto positivo alla squadra in ambito di esperienza e di grinta, alzandosi il livello di allenamento potremo crescere tutte quante».

Il momento più bello è sicuramente la promozione del 21 maggio 2022 in un palasport incredibile, il momento da dimenticare l’ultima partita giocata a Urbino il 26 dicembre.

«Personalmente – conclude Fiesoli – mi aspetto di continuare a stare bene in campo da titolare in A1, un’opportunità grande che sto vivendo e che voglio continuare a portare avanti per me ma soprattutto per aiutare la squadra a raggiungere il traguardo della salvezza».

Ti potrebbero interessare