Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Pallavolo, Anzani e Balaso sul tetto d’Europa

All’indomani del trionfo continentale di Balaso ed Anzani, la Cucine Lube si gode i suoi atleti d’oro. Per le Marche la consacrazione di Alberto Giuliani, argento europeo

Anzani e Balaso orgoglio azzurro

CIVITANOVA M.  – Se l’Europeo di volley parla un po’ marchigiano è grazie al passato e al presente di alcuni dei protagonisti.

Simone Anzani e Fabio Balaso si presenteranno tra qualche giorno al raduno con la Cucine Lube con l’oro al collo. Coach Fefè De Giorgi di questo club è stato un allenatore capace di vincere 11 trofei in 8 anni. Yuri Romanò, subentrato nel 4’ set e mattatore del match con una prestazione da fuoriclasse, ha giocato una stagione in A2 a Volley Potentino.

Per i due alfieri azzurri dopo lo scudetto con i cucinieri è arrivato l’oro con la Nazionale.

Enorme ovviamente la soddisfazione dei due atleti

«Ho provato una gioia immensa – racconta Simone Anzani che ha già collezionato 148 presenze in azzurro -. All’inizio del torneo l’aspettativa di andare fino in fondo non era molto nitida perché il gruppo si trovava insieme da poco tempo e non avevamo idea del nostro livello effettivo. Coronare il sogno è stato fantastico. Un grande riscatto per i reduci dalle Olimpiadi!».

«Sono ancora incredulo – la reazione di Fabio Balaso che ha superato quota 100 gettoni nella partita vinta ai quarti contro la Germania -. Abbiamo vissuto un’esperienza fantastica. In Finale non abbiamo espresso il nostro miglior gioco, ma alla fine l’abbiamo spuntata. Dico grazie a tutti quelli che ci hanno seguito e che ci hanno fatto sentire come a casa nel corso di questi 20 lunghi giorni». Per lui è dimenticata anche la delusione per la mancata convocazione all’Olimpiade dove l’allora CT Blengini gli ha preferito Colaci.

Tanto di cappello per coach Alberto Giuliani. Il tecnico di San Severino Marche ha guidato magistralmente la Slovenia preparando una squadra coriacea e attenta e andando vicino all’oro.

Per le Marche sarebbe stato il terzo successo europeo di un allenatore marchigiano nella stessa estate dopo Mancini nel calcio e Mazzanti nella pallavolo femminile e di 3 province diverse, ma per il tris possiamo attendere.

© riproduzione riservata