Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Macagi Jesina, l’avventura riparte da Bari

Dopo la splendida salvezza della scorsa stagione, ottenuta con le unghie e con i denti, il percorso di avvicinamento al nuovo torneo è terminato. Ora si ritorna a fare sul serio per la formazione affidata alla guida di Dusan Vidovic

Macagi Jesina Pallanuoto
La Macagi Jesina Pallanuoto

JESI – La Jesina Pallanuoto è pronta a stupire ancora nel campionato di serie B. Dopo la splendida salvezza della scorsa stagione, ottenuta con le unghie e con i denti, il percorso di avvicinamento al nuovo torneo è terminato, e da sabato 18 gennaio si ritorna a fare sul serio.

Diverse le novità in questa annata 2019/20, a partire dal graditissimo e provvidenziale arrivo del main sponsor Macagi. Cambio alla guida tecnica, con Dusan Vidovic che ha preso il posto di Giacomo Iaricci, rimasto comunque nei quadri societari. Ottimo l’impatto del tecnico serbo sulla squadra, pienamente impegnata ad assorbire le nuove metodologia di lavoro.

Il tecnico della Macagi Jesina Pallanuoto, Dusan Vidovic

Sul fronte atleti, oltre all’ungherese Pal, da registrare i dolorosi addii alla pallanuoto agonistica di alcune colonne granata, come Fosco Maria Rossi, Leonardo Sebastianelli, Leonardo Baleani e il capitano Lorenzo Vitali, che ha lasciato l’importante responsabilità a Michele Garbini. Ù

Hanno invece sposato la causa della Macagi Jesina il mancino Marco Ciampichetti proveniente dal Moie e Gioele Zannini, di ritorno dopo le esperienze a Firenze e Empoli. Come sempre, la crescita dei ragazzi cresciuti nel florido settore giovanile sarà fondamentale. Il calendario ha subito messo Carletti e compagni di fronte alla trasferta più lunga. Allo stadio del nuoto, con inizio alle 15, la Macagi Jesina è attesa dalla Waterpolo Bari. Partenza all’alba e niente alibi in tasca. Inizia dunque la scalata per difendere la categoria che, considerati gli enormi problemi logistici, equivarrebbe ad un vero e proprio miracolo sportivo. L’ennesimo.