Pallanuoto, la Cosma Vela Ancona mette il primo mattoncino per l’A1

In Gara 1 della finalissima playoff che vale un posto nella massima serie le cosmiche di coach Milko Pace piegano 10-6 il Rari Nantes Bologna, facendo il primo passo verso il salto di categoria. Il rematch è in programma giovedì prossimo a Bologna

La Cosma vince con Bologna in Gara1

ANCONA – Vince, convince e diverte in Gara 1 la Cosma Vela Ancona che piega, con un netto 10-6, la Rari Nantes Bologna finalista nei playoff di pallanuoto di Serie A2 femminile, che mettono in palio un posto nella massima categoria. Le doriche sanno soffrire, andarsene con un break di 4-0 che porta al 4-2 al cambio di campo, e concretizzare nel resto della partita. Il 10-5 di massimo vantaggio, poi diventato 10-6, fa capire che le cosmiche sono perfettamente concentrate sull’evento e giovedì prossimo, 27 giugno, a Bologna, cercheranno di strappare il pass per la serie A1.

L’eventuale bella è prevista per domenica prossima sempre ad Ancona: «Una partenza sotto tono, che non è da noi – spiega coach Milko Pace -. Poi siamo rientrati in partita, bene soprattutto in difesa, le ragazze non hanno mollato sino in fondo, hanno lottato su tutti i palloni, bene anche in attacco, dove abbiamo messo in pratica quello che ci eravamo detti. Nei playoff conta molto la testa, e noi con la testa c’eravamo e lo abbiamo dimostrato. Una bella prova, fisica ma soprattutto mentale. Ma giovedì a Bologna sarà un’altra partita».

Cosma Vela Ancona-Rari Nantes Bologna 10-6

(2-2, 2-0, 2-3,4-1)

Cosma Vela Ancona:Borghetti, Strappato 1, Pomeri 2, Rachid, Ferretti 1, Fiore, Di Martino, Bersacchia, Santini, De Matteis, Altamura 3, Quattrini 3, Andreoni. All. Pace M.

Rari Nantes Bologna: Fiorini, Monaco, Caverzaghi, Morselli, Invernizi, Verducci 2, MataAfa 2, Nicolai 1, Lepore, Budassi, Franci, Nasti 1, Guerriero. All. Posterivo.

Arbitri: Giacchini e Nicolai.

Note: sup. num. Vela 4/7 più un rigore realizzato, Bologna 1/10; uscite per falli: Budassi nel IV t.; infortunio alla giocatrice MataAfa nel IV t.; spettatori: 200 circa.