Pallanuoto, la Cosma Vela affonda sotto i colpi del Catania

Le cosmiche di coach Milko Pace subiscono una pesantissima sconfitta nella tana dell'Ekipe Orizzonte. L'unica marcatura anconetana porta la firma della Strappato. Nelle parole del tecnico c'è l'analisi della partita e del momento

La Ivanova in azione con la Cosma
La Ivanova in azione con la Cosma

CATANIA- Severa, dura e senza appelli la lezione che l’Orizzonte Catania infligge alla Cosma Vela Ancona. Il 21-1 maturato in terra etnea ha il sapore amaro ma se preso nel modo giusto potrà avere la sua utilità, futura, in casa anconetana. Le ragazze di coach Milko Pace non riescono praticamente mai ad entrare in partita subendo per tutta la gara l’iniziativa locale. Della Strappato l’unica marcatura ospite. Queste le parole del tecnico dorico dopo la fine:

«Da parte nostra una prestazione inferiore anche a quella di Padova perché lì almeno un tempo abbiamo provato a giocare, pur avendo incassato gli stessi 21 gol. A Catania, invece, non ho visto reazioni. Anche se sull’esito dell’incontro avremmo potuto fare ben poco, avremmo potuto, però, giocare con maggiore determinazione. Di fronte, comunque, una squadra fortissima, dei mostri. Ora testa al prossimo confronto, che ci vedrà impegnati al Passetto sabato prossimo contro il Bogliasco».

L’Ekipe Orizzonte Catania-Cosma Vela Ancona 21-1
(5-0, 5-1, 5-0, 6-0)

L’Ekipe Orizzonte Catania: Gorlero, Ioannou 1, Garibotti 5, Viacava 1, Aiello 1, Spampinato, Palmieri 3, Marletta 3, Emmolo 4, Casabianca, Riccioli 3, Santapaola, Condorelli. All. Miceli.

Cosma Vela Ancona: Uccella, Strappato 1, Ivanova, Vecchiarelli, Ferretti, Fiore, Di Martino, Stankovianska, Santini, De Matteis, Altamura, Quattrini, Andreoni. All. Pace M.

Arbitri: Schiavo e Braghini.

Note: sup.num. Orizzonte 3/9 + 2 rigori realizzati e Vela 0/4; spettatori 300 circa.