La Pallamano Camerano saluta una stagione casalinga di soddisfazioni

Dopo la vittoria nell'ultimo turno stagionale con il 2Agosto Bologna coach Palazzi ha tracciato un bilancio della stagione e ha gettato già uno sguardo verso il futuro: «Abbiamo la possibilità di giocare in Serie A2 senza ripescaggio»

Un'immagine della festa finale di domenica scorsa

CAMERANO- È stata una stagione positiva per la Pallamano Camerano. I gialloblu hanno centrato la salvezza matematica con anticipo e si sono presi, nell’ultimo turno casalingo, anche il lusso di festeggiarla insieme ai propri tifosi.

Il successo è arrivato contro una formazione sempre ostica da affrontare come la 2Agosto Bologna che ha confermato l’ottima condizione mentale dei padroni di casa. Altro elemento positivo la folta presenza di pubblico che, nel corso del torneo, si è rivelata un’arma in più. Sarà fondamentale ripartire da questi aspetti per tentare di alzare l’asticella il prossimo anno dove la voglia di far bene è tanta, come confermato anche dalle parole di coach Sergio Palazzi:

«Prima di iniziare la partita ho detto ai ragazzi che avremmo dovuto iniziarla noi la festa – commenta il trainer gialloblu -, perchè non sarebbe stato rispettoso verso i nostri tifosi festeggiare una salvezza con una sconfitta. Oggi era importante vincere e penso che, a parte le nostre solite sofferenze che ci hanno influenzato durante l’anno, credo che abbiamo disputato una discreta partita e siamo contenti di aver vinto perchè festeggiare dopo un successo è più facile. È una salvezza storica per Camerano perchè abbiamo per la prima volta la possibilità di giocare in A2 senza un ripescaggio. Ora l’obiettivo è quello di crescere e migliorare ancora e terminato il campionato si penserà alla prossima stagione».