Nuoto, la Vela Ancona si gode Gregorio argento nei master

Enorme soddisfazione per il ragazzo classe '91: «Ringrazio tutta la società e la mia famiglia per il supporto in ogni gara». Tanti i piazzamenti degni di nota

Vela in evidenza ai master di Nuoto

ANCONA – Ancora un lustro per la Vela Nuoto Ancona. Questa volta il traguardo arriva dai master di Civitanova Marche ed è una medaglia d’argento. A conquistarla Federico Gregorio, classe ’91, che ha centrato il secondo posto nel “Grand Prix di fondo e Gran fondo” edizione 2018. Per il nuotatore dorico si tratta di un altro traguardo importante dopo le recenti imprese nel Miglio del Passetto e della Nuotata di Mezzavalle.

Soddisfazione trasmettono le sue parole nell’immediato dopo gara: «Questo traguardo parte da lontano ed è frutto del nono posto assoluto ottenuto al Passetto e nel quindicesimo a Fano. Poi, sicuramente, hanno contribuito tante gare positive in giro per l’Italia e per l’Adriatico. Sono contento, è una soddisfazione che voglio condividere con tutta la Vela Nuoto Master e con la mia famiglia. Entrambe mi supportano durante tutte le competizioni e non posso che ringraziare».

Tra i fondisti Francesco Tritto ha vinto i 400 stile libero chiudendo in 4’26″1, mentre Eleonora Mauro, con una gara di estrema regolarità, in 5’23″5 ha chiuso al secondo posto.
La squadra, presente soprattutto con il gruppo di velocisti, ha brillato nei 50 stile libero vinti da Davide Marzocchi in 24″91 nella categoria M35 (terzo Francesco Secchiaroli) e anche all category. Successi anche per Stefano Loreti nella categoria M50 (terzo Andrea Consolani), per Massimo Giorgio nella categoria M55 (secondo Marco Gramaccini) e per Massimo Tarantelli nella categoria M60. Tutti affermati sprinter che hanno condizionato positivamente le staffette che si sono aperte con la 4×50 misti M200, giunta seconda assoluta e a un soffio dalla vittoria (Gramaccini, Grassini, Loreti e Giorgio), e si sono chiuse con l’affermazione assoluta della 4×50 stile libero M160 composta da Marzocchi, Tritto, Consolani e Loreti, che nonostante la categoria ha chiuso in 1’43″18, tempo di spessore nazionale. Staffetta che con Leonardo Belfioretti al posto di Consolani (cat. M120) si era già aggiudicata il titolo regionale all category chiudendo in 1’39″35, tra le pochissimi in Italia sotto gli 1’40”.