Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Mentalità e difesa, così la Ristopro Fabriano avanza

Il tecnico cartaio: «Anche nella vittoria a Senigallia abbiamo confermato di essere una squadra solida, che non molla mai. In attacco dobbiamo ritrovare piena fiducia e consapevolezza nelle scelte»

Lorenzo Pansa, allenatore della Ristopro Fabriano capolista in serie B di basket (foto di Marco Teatini)

FABRIANO – La Ristopro Fabriano ha concluso il girone di andata al primo posto nella classifica di serie B di basket con 26 punti, frutto di 13 vittorie (le cui ultime 7 consecutive) su 15 partite. Un piazzamento nobile che consegna ai cartai anche la partecipazione alle Final Eight di Coppa Italia (in programma dal 6 all’8 marzo, sede in attesa di ufficializzazione) dove ai “quarti di finale” affronteranno i toscani di San Miniato (secondi nel loro girone).

È stata una splendida Befana – dunque – quella che, nell’ultimo turno in casa della Goldengas Senigallia (ieri sera 5 gennaio), ha portato ai cartai una rocambolesca vittoria per 63-64 grazie ad una tripla di Daniele Merletto sulla sirena, che ha mandato in visibilio i tanti tifosi biancoblù al seguito.

Il successo è stato più duro e complicato del previsto da conquistare: a un certo punto la Goldengas Senigallia sembrava avere la partita in tasca. Ma, ancora una volta, la Ristopro Fabriano ha fatto leva sulla sua notevole caratura. 

«Abbiamo confermato di essere una squadra solida mentalmente e tecnicamente, che non molla mai – è il commento al finale di partita di coach Lorenzo Pansa. – Poi, certo, bisogna metterle in pratica certe qualità. E a decidere possono essere degli episodi: si può parlare di fortuna nella bomba finale messa da Merletto, ma non dimentichiamoci che due azioni prima il ferro aveva sputato una tripla simile sempre di Merletto, quindi…».

I compagni abbracciano Merletto dopo la tripla vincente (foto di Marco Teatini)

La disamina sui quaranta minuti del tecnico fabrianese è, invece, la seguente. «Abbiamo giocato come sempre una partita molto solida difensivamente – dice Pansa: – siamo venuti in casa della squadra con il miglior attacco del campionato che segna 77 punti di media e l’abbiamo tenuta a 63. Viceversa, abbiamo disputato una pessima gara in attacco dal punto di vista della fluidità del gioco, male a livello di scelte: ma credo che sia solo una questione di riprendere fiducia e consapevolezza in ciò che dobbiamo fare».

Ottimi, dunque, i due punti ottenuti su un parquet notoriamente ostico. «Ci teniamo ben stretto questo risultato e la notevole prestazione difensiva – conclude il coach -. Così come di buono ci sono i 12 minuti del nuovo arrivato Fontana, che conosceva appena un terzo dei nostri giochi, tra l’altro non stava neanche benissimo, così come Garri che abbiamo rimesso in piedi soltanto la mattina della partita, dopo l’influenza. Nel complesso tutti i giocatori, anche quelli che avevano iniziato male la partita, poi hanno dato un contributo decisivo per la vittoria. E questo è un segnale molto importante». 

Classifica al termine del girone di andata: Ristopro Fabriano 26; Tramec Cento 24; Bakery Piacenza 22; Amadori Cesena e Albergatore Pro Rimini 20; Esa Italia Chieti, Sinermatic Ozzano e Rossella Civitanova 16; Aurora Jesi 14; Premiata Montegranaro, Rekico Faenza e Goldengas Senigallia 12; Giulianova 10; Luciana Mosconi Ancona e Adriatica Press Teramo 8; Porto Sant’Elpidio 4.