Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Marche, il paradosso del volley al tempo del Covid

Nel prossimo weekend ripartono tutti i campionati di A e B maschili e femminili ma di 22 formazioni marchigiane solo 5 scenderanno regolarmente. Completamente ferma la B maschile

Kosheleva sarà il ancora il capitano della nuova Megabox

CIVITANOVA – Mentre la Cucine Lube riporta in palestra i guariti e sfoglia la margherita sperando di avere una squadra competitiva da mettere in campo mercoledì 12.1 in Champions in Polonia sul campo dello Zaksa, il resto del volley prova a dare i numeri e a riflettere sul presente e sul futuro.

In A1 femminile il match del PalaCarnaroli di Urbino tra Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia e le fresche vincitrici della Coppa Italia dell’Imoco Conegliano che si gioca domenica 9 gennaio alle 17 è al momento una delle due uniche partite in programma nella prima di ritorno del amssimo campionato femminile. In giornata le biancoverdi dovrebbero poter annunciare finalmente la nuova palleggiatrice che rinforzerà la squadra di Bonafede.

In A2 femminile la Cbf Balducci Hr Macerata è ancora teoricamente detentrici della Coppa Italia perché ieri a Roma il trofeo non è stato assegnato. La Omag San Giovanni in Marignano ha casi di positività e non è potuta scendere in campo contro la Banca Valsabbina Brescia per giocare la finale e decretare chi avrebbe ricevuto il trofeo dal Presidente Mattarella. Finale rinviata a data da destinarsi. Ricordiamo che per lo stesso motivo ma per l’improrogabilità del match dei quarti di finale, il Pinerolo è stata eliminata suscitando la sollevazione di gran parte del movimento femminile.

In campionato le ragazze di Paniconi riposano per tornare in campo in teoria domenica 16 gennaio proprio contro le romagnole che le hanno eliminate dalla Coppa Italia. In questo turno valido per la 3’ giornata di ritorno si gioca un solo incontro quello tra Teodora Ravenna e Sigel Marsala. Le altre partite sono tutte rinviate.

In A3 maschile girone Bianco non giocherà la Vigilar Fano a San Donà di Piave mentre domenica alle 18 la Videx Grottazzolina sarà regolarmente a Garlasco alle 18 mentre la Med Store alle 16 ospita in casa il Prata di Pordenone.

In B maschile va anche peggio. Sei partite su sei del girone G, quello delle 8 marchigiane, sono state rinviate. Anche in B1 femminile le tre marchigiane staranno a guardare così come le due in B2 Femminile girone H. Va meglio nel girone L con il CentroDiesel Pagliare che gioca sabato alle 18.30 a Bari e la Corplast Corridonia che ospita alle 21 il Gada Pescara.

Cui Prodest? si chiedeva Seneca. A chi giova questa situazione?

Gli addetti ai lavori sono divisi tra chi avrebbe voluto fermare tutto almeno in B, invece nelle Marche si giocano anche i campionati di C e D e territoriali essendo stati fermati solo quelli di categoria under e chi è per il “giochi chi può”. All’orizzonte non ci sono ristori in vista e il timore che lo stop freni i rinnovi contrattuali degli sponsor complicando ulteriormente la situazione dei bilanci delle società già depressi ha probabilmente convinto i vertici federali a lasciare che si vada avanti alla meglio.