Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Pallavolo, la Cucine Lube al centro accoglie il francese Chinenyeze

Per il dopo Simon il DS Cormio ha scelto Barthelemy Chinenyeze, miglior centrale delle ultime Olimpiadi dove ha vinto l’oro, e che in Italia ha già giocato prima a Vibo Valentia e poi a Milano

Nuovo innesto al centro per la Cucine Lube campione d'Italia

CIVITANOVA – Sbarcherà nelle Marche solo dopo la lunga estate con la sua nazionale, e attualmente è in ritiro in Canada a pochi giorni dal debutto nella VNL 2022, eppure il centrale transalpino Barthelemy Chinenyeze ha le idee chiare ed è pronto per abbracciare la realtà della società campione d’Italiana. Classe ’98, 204 centimetri è un centrale fisico, gran saltatore ma con una buonissima tecnica che potrà affinare ulteriormente alla corte di coach Blengini.

È reduce da una stagione molto positiva dal punto di vista individuale nell’Allianz Milano con cui è approdato alla Final Four di Del Monte® Coppa Italia grazie alla grande prova nella gara dei Quarti di Finale vinta contro Civitanova all’Eurosuole Forum.

Chinenyeze è un elemento fondamentale della nazionale francese, con cui ha alzato al cielo la World League del 2017, ha vinto l’argento nella VNL del 2018 e l’Oro Olimpico nel 2021. In procinto di affrontare la VNL con la selezione del suo paese (esordio contro l’Italia), “Babar”, questo il suo soprannome, pregusta di indossare la maglia dei campioni della SuperLega Credem Banca e di stampare murate in serie lì dove per anni Simon hai incantato tutti!

Nelle prime tre stagioni in Italia Chinenyeze ha convinto a suon di numeri confermandosi già esperto per la sua età. Nelle due annate in Calabria il nuovo posto 3 della Lube ha messo a segno 488 punti in 55 partite (con 88 muri), mentre a Milano ha disputato 29 gare realizzando 310 punti, 77 muri e 17 ace. Con la sua media di 2,90 muri a set, nella Regular Season Babar è stato preceduto solo da Simon e Di Martino per un soffio (2,96).

Per lui approdare al club scudettato «significa che ho lavorato bene e ne raccolgo i frutti. Aver suscitato l’interesse dei campioni d’Italia mi ha reso felice, non me l’aspettavo. Giocare per una società come la Lube è una grande opportunità per un giocatore in crescita come me. Sono consapevole di non essere Simon, ho tanto da dimostrare, ma sono sicuro dei miei mezzi e sono convinto di poter aiutare un Club così prestigioso a lottare per il vertice e a realizzare grandi cose. Sono impegnato con la mia nazionale, ma non vedo l’ora di arrivare nelle Marche e iniziare questa avventura stimolante».

Il futuro nelle Marche non lo spaventa. «Non è facile arrivare nel team che ha vinto il titolo, intanto perché è un’impresa confermarsi e Civitanova ha vinto tre Scudetti di fila stravolgendo tutti gli equilibri. Persino quest’anno che era durissima. Oltre a me ci saranno altri innesti, quindi ci dovremo ambientare. Sarà una bella sfida personale. Ho buone sensazioni, sento che potremo fare grandi cose insieme!».

Dopo Bottolo e Gottardo un altro giovane con tanta fame di vittorie per la Cucine Lube.